Febbraio 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La vittima del “rapimento elettronico” è uno studente cinese trovato solo in mezzo a una foresta negli Stati Uniti

La vittima del “rapimento elettronico” è uno studente cinese trovato solo in mezzo a una foresta negli Stati Uniti

Una storia divertente degna di un episodio di Black Mirror. Uno studente cinese di 17 anni scomparso nello Utah, negli Stati Uniti, è stato costretto a isolarsi in una foresta sotto la minaccia di cyber stalker. L'obiettivo dei rapitori era ottenere un riscatto dai genitori del giovane residenti in Cina.

Zhuang viveva con una famiglia ospitante ed è stato vittima di una truffa ai danni degli studenti di scambio internazionale. I rapitori scelgono uno studente e lo avvertono che la sua famiglia è in pericolo. Dovrà quindi isolarsi a tutti i costi. Costringono quindi lo studente a scattare una foto di se stesso in difficoltà, per poter utilizzare queste foto e chiedere un riscatto alla famiglia.

I cyber-sequestratori hanno quindi preteso che il giovane studente si recasse nella foresta da solo, munito di tenda, coperta, sacco a pelo, cibo e acqua.

È proprio quello che è successo a Zhuang, in borsa nel Paese americano. I cyber-sequestratori hanno quindi preteso che il giovane studente si recasse nella foresta da solo, munito di tenda, coperta, sacco a pelo, cibo e acqua. Grazie ai video di sorveglianza dei negozi di campeggio – che vedono protagonista Chuang – la polizia ha potuto iniziare la ricerca. Gli investigatori hanno continuato le indagini nell'area del Brigham City Canyon e hanno localizzato lo studente in scambio.Che aveva molto freddo e molta pauraIn tenda in mezzo ad una zona boscosa, dopo solo un giorno.

I rapitori stanno ancora raggiungendo i loro obiettivi. La famiglia di Zhuang in realtà ha pagato 80.000 dollari (72.398 euro) per il suo presunto rilascio. Gli autori del reato non sono stati ancora identificati.