Novembre 27, 2021

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La scoperta di uno strano tunnel vicino alla residenza dell’ambasciatore francese in Tunisia: “Lo scenario si addice a un film di Hollywood”.

La polizia tunisina ha annunciato, mercoledì 3 novembre, il ritrovamento di un tunnel scavato in una villa nei pressi della residenza dell’ambasciatore francese a La Marsa, elegante sobborgo a nord di Tunisi. Questo annuncio ha rapidamente riacceso le preoccupazioni su una potenziale minaccia terroristica in un paese ancora in gran parte instabile.

Sceso sul posto, accompagnato dal presidente tunisino Kais Saied e dal primo ministro Najla Bouden, il ministro dell’Interno Tawfiq Sharaf El-Din ha confermato che la villa in questione si trovava a una cinquantina di metri dall’abitazione dell’ambasciatore francese, secondo quanto riferito da Al-Tunisia . sito di notizie Notizie di affari. Tuttavia, le motivazioni di coloro che stanno dietro a questo progetto rimangono poco chiare. “Dopo la verifica, è emerso che tra coloro che hanno visitato la casa c’era una persona nota per essere un estremista.Tuttavia, ha osservato il ministro.

Indagini in corso

La sceneggiatura merita un film di HollywoodDa parte sua, il quotidiano di stato ha commentato Giornalismo. “L’ambasciatore francese è davvero preso di mira per qualsiasi azione?”

Le voci si sono diffuse subito, mentre alcuni media locali riportano un tunnel di 270 metri, altri parlano di un semplice buco di un metro. Alcuni hanno addirittura citato un provvedimento del presidente per giustificare le misure di sicurezza attualmente in vigore nel Paese. Le dighe sono state costruite nella zona e sono oggetto di indagine per far luce su questa questione.

“Tutti i tentativi di manomettere le istituzioni statali o le nostre relazioni con paesi fratelli e amichevoli saranno vani e non permetteremo a coloro che ordiscono cospirazioni e servono gli ambigui programmi di coloro che tengono i fili dietro le quinte di avere successo.Ha rassicurato il presidente Kais Saied, che dal 25 luglio si è concesso pieni poteri in Tunisia.

READ  Zemmour scivola dietro a Le Pen e Macron in due sondaggi