Giugno 21, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La nuova ammiraglia non dà un quarto

La nuova ammiraglia non dà un quarto

Oppo ha appena ufficializzato Oppo Find X6 e Find X6 Pro. Entrambi sono dotati di un teleobiettivo periscopico e del nuovo chip MariSilicon X. Lo schermo del modello Pro dovrebbe raggiungere i 2.500 nit.

Fonte: Oppo

Oppo ha svelato i suoi nuovi Oppo Find X6 e Find X6 Pro per il mercato cinese insieme al nuovo Oppo Pad 2 e alle cuffie Oppo Enco Free 3. Due flagship il cui futuro in Europa rimane incerto. Secondo indiscrezioni delle scorse settimane, il modello Pro non dovrebbe arrivare in Francia.

Nel tentativo di unificare, i design dei due telefoni sono molto simili, fino ai blocchi fotografici che condividono lo stesso numero di sensori e il loro formato centrale arrotondato. Solo il posizionamento delle telecamere, più focalizzato sul modello Pro, permetterebbe loro di distinguersi.

Teleobiettivo X3 e il nuovo MariSilicon X

Sotto il cofano, per la foto, è chiaro che Oppo ha visto grandi cose. Entrambi i telefoni incorporano il nuovo chip MariSilicon X, questa volta inciso a 4 nm, contro i 6 nm della prima generazione. Come promemoria, questa NPU dovrebbe accelerare e migliorare l’elaborazione computazionale, ma può anche aiutare a stabilizzare il frame rate in-game e una migliore qualità di rendering.

Lato fotocamera, i due modelli integrano un teleobiettivo periscopico X3 che consente di competere efficacemente con iPhone 14 e altri Galaxy S23. Oppo Find X6 Pro ha un sensore da 1 pollice in cui il suo amico è limitato a un sensore tradizionale da 1/1,56 pollici. Ovviamente, l’ultra grandangolare fa parte di entrambi i dispositivi.

Su scala più ampia, Oppo afferma di averlo “Sono stati apportati importanti miglioramenti all’architettura dell’imaging computazionale, utilizzando un algoritmo di ricostruzione del colore multi-frame per migliorare notevolmente la nitidezza dell’immagine e ridurre il rumore”.. Lo sostiene anche l’azienda cinese “Utilizza anche la nuova tecnologia a matrice di fotoni per aumentare la gamma dinamica di luce e oscurità fino a otto volte quella della tecnologia tradizionale, ripristinando veramente la luce naturale e le ombre scure”.. Pertanto, ci sono molte ragioni per sperare che vengano rilasciate in Francia.

READ  Rise of the Ronin su PS5 è ispirato a questo famoso anime rifatto nel 2023.

Da Snapdragon a Dimensity

Sotto il cofano, Oppo Find X6 pro ha Snapdragon 8 Gen 2, che è sicuramente il chip più potente sul mercato. Il modello vanilla non è da meno: si rivolge a MediaTek e al suo Dimensity 9200, un chip avanzatissimo quasi uguale, ma decisamente meno costoso.

Il display dell’Oppo Find X6 Pro dovrebbe raggiungere 2.500 nit di luminosità in alcuni punti e 1.500 nit in generale. Amoled, QHD+, 120Hz in LTPO 3, questo generoso pannello da 6,82 pollici sarà protetto da Corning Gorilla Glass Victus 2.

Su questi terminali è stata introdotta la ColorOS 13.1, una versione leggermente modificata dell’ottima interfaccia di Oppo basata su Android 13. Per la prima volta, la serie Find X supporta quattro importanti aggiornamenti e fino a cinque anni di patch di sicurezza, due durate che ora possono essere considerate nuovi standard del settore. La batteria da 5.000 mAh è alimentata da una ricarica da 100 W sul modello Pro. Per quanto riguarda il modello vanilla, non abbiamo ancora informazioni, ma le voci ci hanno indicato una batteria da 4.800 mAh e una ricarica da 80 W, che è comunque abbastanza conveniente.

Prezzi in Cina e disponibilità del telefono Oppo Find X6

Oppo Find X6 parte da 4.499 yuan in 12 GB di RAM + 256 GB di storage, che farà risparmiare 610 euro tasse escluse, prezzo al quale molto probabilmente non verrà venduto. Ci aspettiamo che raggiunga circa 1.000 euro in Francia se uscirà.

Oppo Find X6 Pro costa 5.999 yuan, ovvero 812 euro tasse escluse. Anche in questo caso, se il telefono esce in Francia, sarà necessario attendere che superi i 1200 euro.

READ  Per la prima volta, i ricercatori hanno trovato l'alcol... al centro della nostra galassia

Vuoi entrare a far parte di una community di appassionati? Il nostro disaccordo Vi dà il benvenuto, è un luogo di mutua assistenza e passione per la tecnologia.