Giugno 6, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La guerra in Ucraina: un giornalista del quotidiano La Repubblica viene ucciso in un agguato

“Il nostro corrispondente Corrado Zunino e il suo assistente Bogdan Petek hanno subito un’imboscata da parte di cecchini russi oggi nella periferia di Kherson, nel sud dell’Ucraina”, ha detto il giornale. “Bodjan Petek, purtroppo, non è sopravvissuto: ha lasciato moglie e figlio. Corrado, ferito alla spalla, è ricoverato all’ospedale di Kherson”, ha aggiunto.

Ha detto che i due giornalisti, che hanno seguito ampiamente il conflitto dall’invasione russa, indossavano giubbotti antiproiettile con la scritta “stampa”. Erano vicino al ponte principale di Kherson.

La guerra in Ucraina: si dice che le forze russe stiano iniziando a ritirarsi da Kherson, temono un contrattacco ucraino?

“Siamo stati colpiti. Ho visto Bogdan a terra, non si muoveva. Ho provato a chiamarlo, non rispondeva. Poi sono strisciato fuori dalla linea di tiro e sono corso finché non ho incontrato un’auto civile. Ero sanguinante, mi hanno portato in ospedale”, ha detto il giornalista italiano.

Il giornale ha detto che il corpo del suo collega ucraino non è stato ancora recuperato a causa della presenza di cecchini russi.

Il ministro degli Esteri italiano Antonio Tajani ha indicato che i suoi servizi e l’ambasciata italiana a Kiev stanno organizzando il ritorno di Corrado Zunino in Italia.

READ  Francia: 61 gendarmi e 30 manifestanti sono rimasti feriti durante una manifestazione contro "Megabasat"