Febbraio 8, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La guerra in Ucraina: l’aggiornamento del 9 gennaio

Le ostilità sono riprese domenica in Ucraina dopo che è stata dichiarata una tregua natalizia ortodossa senza convincere Vladimir Putin, al termine della quale Mosca ha affermato di aver vendicato le proprie perdite uccidendo centinaia di persone in un unico raid, cosa che Kiev ha prontamente negato.

Nella sola regione di Sumy, nel nord-est dell’Ucraina, l’amministrazione locale ha riferito domenica sera presto che durante la giornata di domenica si erano verificati più di cento bombardamenti e scioperi.

L’esercito russo ha effettuato 144 raid durante il giorno“, specialmente nelle regioni di Ismansk, Novoslobid, Mieropil, Belopol e Khotyn che erano”Sotto pressione a badaIl capo dell’amministrazione regionale Dmytro Zhivitsky ha scritto sul social network Telegram.

A Izmansk in particolare, l’esercito russo ha bombardato con mortai, lanciarazzi multipli Grad e artiglieria pesante, distruggendo quattro case, una scuola e una sala comune.

Tuttavia, secondo la stessa fonte, non ci sono state vittime nella zona.

Questa è la settimana di tutti i pericoli imminenti, sia per i russi che per gli ucraini. Non è un caso che Putin abbia cercato di concludere una tregua prima di questa tregua, proprio per prepararsi più “tranquillamente”.

Una settimana che dovrebbe assistere a un brusco calo delle temperature durante la notte, che scenderanno fino a 15-17 gradi sotto zero. Quindi il liquame si trasforma, quasi permanentemente, in un cumulo di ghiaccio. Pertanto, queste forti gelate significano che è più facile spostarsi, soprattutto per le attrezzature pesanti, che sono più letali.

Maggiori dettagli e informazioni nella diretta dedicata a questa giornata 318 di seguito: