Aprile 14, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La guerra in Ucraina: documenti trapelati rivelano conflitti all’interno del governo russo

La guerra in Ucraina: documenti trapelati rivelano conflitti all’interno del governo russo

Una nuova serie di documenti del governo degli Stati Uniti trapelati mostra presumibilmente che le differenze all’interno del governo russo sulla guerra in Ucraina sono maggiori di quanto si pensasse in precedenza. Così ha scritto il New York Times, che ha ottenuto i presunti documenti governativi di 27 pagine. L’autenticità dei documenti non è stata confermata dai servizi di sicurezza.

Secondo il quotidiano americano, i documenti descrivono come il servizio di sicurezza russo, l’Fsb, abbia “accusato” il ministero della Difesa russo di aver nascosto le perdite russe in Ucraina. Il rapporto descrive la riluttanza dei funzionari militari a trasmettere cattive notizie agli alti funzionari. Secondo il New York Times, l’FSB ha criticato il bilancio delle vittime riportato dal ministero russo perché non conterebbe il numero di morti della Guardia Nazionale e del gruppo di Wagner, tra gli altri.

La guerra in Ucraina: perché far trapelare documenti statunitensi riservati può essere positivo per Mosca

Le stime del numero di soldati russi uccisi variano ampiamente. L’ultima volta che il ministero della Difesa russo ha annunciato un bilancio delle vittime è stato a settembre. Dall’inizio della guerra, nel febbraio dello scorso anno, sono stati uccisi 5.937 militari russi. Secondo documenti trapelati di recente, il Servizio di sicurezza federale russo stima che il numero effettivo di morti russi sia più vicino a 110.000, e documenti governativi precedentemente trapelati riportano il numero tra 189.500 e 223.000 soldati russi uccisi in un anno.

Secondo il New York Times, hanno ottenuto i documenti trapelati attraverso un server che in precedenza conservava documenti riservati delle agenzie di intelligence statunitensi. Questi documenti sembrano essere stati parzialmente modificati prima di essere messi online. Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha aperto un’indagine sulla fuga di notizie. La fonte della fuga di notizie non è ancora chiara. Secondo il Washington Post, qualcuno che lavorava in una base militare ha preso i documenti.

READ  Il presidente indonesiano invita Putin a partecipare al vertice del G20, Washington rifiuta di agire "come se niente fosse"