Febbraio 5, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La bomba dell’uragano colpisce la California

Secondo l’US Weather Service (NWS), i venti dovrebbero raggiungere i 110 km/h mercoledì. Sono previste anche forti piogge per la regione, con precipitazioni fino a 10 cm previste nella baia di San Francisco e 1,2 m di nevicate sulle montagne della Sierra Nevada. L’alluvione dovrebbe continuare giovedì.

La regione dovrebbe prepararsi a “inondazioni significative, strade allagate, frane, alberi caduti, gravi interruzioni di corrente, interruzioni immediate del commercio e la peggiore perdita possibile di vite umane”, secondo il NWS.

Il governatore della California Gavin Newsom ha dichiarato lo stato di emergenza mercoledì mattina per facilitare la risposta alle emergenze e semplificare la risposta delle autorità in caso di incidente.

San Francisco ha istituito un centro operativo di emergenza.

“Se non hai l’obbligo di uscire a San Francisco, evita di uscire per strada”, ha avvertito Rachel Gordon, un funzionario del Dipartimento dei lavori pubblici della città.

Bar e ristoranti sono rimasti chiusi mercoledì e ad alcuni residenti è stato chiesto di lavorare da casa. I vigili del fuoco della città hanno segnalato diversi alberi abbattuti mercoledì mattina e alcune piccole inondazioni prima che arrivasse il nucleo della tempesta.

Migliaia di sacchi di sabbia sono stati distribuiti ai residenti delle aree soggette a inondazioni.

“Siamo molto preoccupati”, ha detto alla CBS Deepak Srivastava di San Francisco. “Ho passato la giornata a impilare sacchi di sabbia davanti a tutti gli ingressi dei garage e incrociamo le dita per non subire altri danni”.

serie di tempeste

“Abbiamo visto un’inondazione simile in ottobre”, ha sospirato sua moglie, Denise Srivastava. “La chiamano la tempesta del secolo, ma sembra che ne avremo due in una settimana.”

READ  Kylian Mbappe è uscito dal silenzio mediatico: "Avevo bisogno di concentrarmi, le multe le avrei pagate io invece della federazione".

La California settentrionale continua a subire gli effetti di una serie di tempeste.

L’ultimo si è verificato a Capodanno e ha causato frane e interruzioni di corrente. Almeno una persona è morta dopo essere rimasta intrappolata nella propria auto dalle inondazioni, hanno detto le autorità.

Il 31 dicembre San Francisco ha registrato il secondo giorno più piovoso della sua storia dal lancio di questo misuratore, con 14 cm di precipitazioni.

In queste condizioni, il suolo della regione, depauperato dalla siccità che da due decenni affligge il West americano, faticherà ad assorbire un nuovo diluvio, aumentando il rischio di inondazioni improvvise.

“Questa tempesta da sola potrebbe causare inondazioni e frane”, ha detto ad AFP il meteorologo Matt Sollum. “Ma con le recenti condizioni di bagnato… qualsiasi altra pioggia cadrà invece di assorbire il terreno.”

La precipitazione prevista mercoledì proviene da un “fiume atmosferico”, una stretta fascia fluviale nell’atmosfera che trasporta enormi quantità di umidità dai tropici.

Lungi dall’essere eccezionale in inverno, questo fenomeno attuale è accompagnato dalla “bomba ciclonica”, un sistema in grado di provocare un improvviso calo di pressione, generando così venti molto violenti.

Secondo i meteorologi, la serie di tempeste che attualmente si sta abbattendo sulla California non si fermerà.

“Ne aspettiamo un altro durante il fine settimana”, dice Sollom. “E poi diverse possibili tempeste per la prossima settimana. E forse anche la prossima settimana.”