Aprile 24, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Kaiden Guhle afferma di essere tornato in piena salute

Kaiden Guhle afferma di essere tornato in piena salute

Quando Kayden Juel si è presentato al campo di addestramento dei Canadiens l’anno scorso, era lì come MVP della squadra sulla linea blu. Entrando nel primo round nel 2020, Guhle sembrava già un professionista nell’hockey junior e ci aspettavamo di vederlo forzare la mano di CH per tenerlo in NHL.

E, infatti, era così solido al campo, che gli fu assegnata una posizione regolare. Anche a causa dell’assenza di Mike Matheson e Joel Edmondson, ha giocato dritto nei primi due terzini nella prima partita dell’anno scorso.

Per tutta la stagione, lo abbiamo visto mostrare sicurezza e compostezza impressionanti sul ghiaccio. Il problema, tuttavia, è stato che un brutto infortunio alla caviglia sinistra ha posto fine alla sua stagione. E poiché ha saltato le partite all’inizio della stagione a causa di un altro infortunio, ha iniziato a fare molto di più.

La buona notizia, però, è che l’offset ha permesso al giovane difensore di recuperare. attraversa le onde TSN 690 Oggi, Guhle ha affermato di essere tornato in piena salute.

Questo è davvero rassicurante.

Guhle, che trascorre anche le sue estati a Montreal e si diverte molto, ha ovviamente trovato difficile passare così tanto tempo in disparte, ma la buona notizia è che ora è in ottima forma e si sente bene.

READ  La tubercolosi continua a diffondersi, anche in Belgio

È ancora più una buona notizia quando sai che dovrà assumere un ruolo più importante la prossima stagione con la partenza di Joel Edmondson a Washington. Quest’ultimo è stato un mentore di Guhle e alla squadra mancherà, secondo il suo (ex) giovane compagno di squadra.

Almeno Guhle potrà ancora contare su David Savard, un altro uomo che lo ha sostenuto molto nel suo primo anno in città. L’ex scelta del primo turno ha chiarito che l’anno scorso Savard si è subito preso la colpa quando i due hanno commesso un errore, anche se il destro non aveva nulla di cui vergognarsi.

la ragione? Non voleva influenzare troppo la fiducia di Guhle.

Ma anche allora, Guhle si gode la sua vacanza in città, colpito dal fatto che ci sia sempre qualcosa da fare. Si è innamorato di Montreal la scorsa estate quando era lì con Arber Xhekaj, Juraj Slafkovský e Filip Mesar, e quest’estate passare la maggior parte del suo tempo con Nick Suzuki è qualcosa che gli piace anche.

Insomma, è rassicurante vederlo tornare in piena salute. Resta solo da sperare che gli infortuni lo risparmieranno nel corso della prossima stagione.

molti

– Senza dubbio.

– Oggi ci sono molti buoni marcatori nella NHL.

– Bene.

Una scommessa emozionante per i rapaci. testo sull’argomento.

– Gli auguriamo.