Marzo 4, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

In Sud America, una primavera “storicamente calda” domina la popolazione

In Sud America, una primavera “storicamente calda” domina la popolazione

Le temperature superano regolarmente i 40°C, in alcune località sfiorano i 60°C – e questo, anche se l’estate australe in Sud America non è ancora iniziata: nelle ultime settimane sono stati battuti record di caldo in Brasile, Argentina, Perù, Bolivia e Paraguay . . È una primavera insolita, che è stata precedentemente descritta come…“Storicamente caldo”, testimoniato nel subcontinente indiano. Il caldo e la siccità colpiscono milioni di persone e minacciano i raccolti.

Domenica 19 novembre, la temperatura ha raggiunto i 44,8 gradi Celsius ad Araquay, nello stato di Minas Gerais (sud-est), in Brasile, la temperatura più alta mai registrata nel paese, secondo l’Istituto meteorologico nazionale (INMEET). Durante l’ondata di caldo senza precedenti che ha colpito il paese a metà novembre, metà dei 5.500 comuni del paese sono stati messi in allerta.

L’ondata di caldo ha causato corse sulle spiagge e panico. A Rio, dove la temperatura ha raggiunto i 59,3 gradi Celsius, una madre è arrivata al punto di rompere il finestrino di un autobus per permettere al suo bambino malato di respirare. Sotto l’influenza dell’aria condizionata, il consumo di energia elettrica ha battuto un record storico, raggiungendo 101.475 megawatt, il 14 novembre, mentre molte dighe idroelettriche sono solo parzialmente operative.

Un campo di lamponi secchi sulla strada per Los Oros.  A causa della grave siccità, le isole dell'arcipelago peruviano sono ora accessibili a piedi.  Puno (Perù), 14 ottobre 2023.

Anche l’ondata di caldo ha avuto effetti disastrosi. Il 17 novembre, uno studente di 23 anni è morto dopo aver subito un arresto cardiaco e respiratorio durante un concerto organizzato dalla cantante americana Taylor Swift a Rio de Janeiro, in uno stadio olimpico Nilton-Santos affollato dove gli spettatori soffocavano. Nonostante le alte temperature, gli organizzatori hanno impedito ai tifosi di portare le proprie bottiglie d’acqua.


READ  Potrebbero esserci delle conseguenze per il nostro pianeta!

Terreno fertile perfetto per gli incendi

In Bolivia sono morte 13 persone “colpo di sole” E basato su “essiccazione”Alla fine di novembre, secondo il Ministero della Salute boliviano, nella regione di Santa Cruz, al confine con il Brasile (est). Il termometro è salito a 43,8 gradi Celsius. Le autorità hanno affermato che la maggior parte delle vittime lavorava all’aperto e tutte avevano malattie preesistenti, come il diabete o l’ipertensione.

La temperatura massima in una piccola città nel sud del paese, al confine con l’Argentina, ha raggiunto i 44,9 gradi Celsius. Non aveva mai visto niente di simile prima. Gli utenti di Internet su TikTok hanno mostrato che le pozzanghere evaporavano a velocità record.

Le zone montuose non sono state risparmiate dall’ondata di caldo. La Paz, la capitale amministrativa, che si trova a 3.640 metri di altitudine sulle Ande, ha registrato un picco di 28,9 gradi Celsius all’inizio di ottobre, con la radiazione ultravioletta che ha raggiunto il suo picco. I residenti si sono accalcati davanti agli ombrelli esposti ad ogni angolo di strada dai venditori ambulanti che si sono rapidamente adattati alla domanda.

Hai il 75% di questo articolo da leggere. Il resto è riservato agli abbonati.