Aprile 22, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il telescopio James Webb rileva una tempesta di polvere su un pianeta lontano

Il telescopio James Webb rileva una tempesta di polvere su un pianeta lontano

“Ti è mai capitato che la sabbia calda ti colpisse in faccia?” È un’esperienza rilassante rispetto alle condizioni volatili rilevate nell’atmosfera VHS 1256 b del pianeta”, scherza. Comunicato stampa per il sito web del James Webb Telescope. Grazie alle osservazioni al telescopio, i ricercatori hanno stabilito che le nubi di polvere che circolano su questo esopianeta sono composte da particelle di silicato, che vanno da particelle fini a minuscoli granelli.

“Sembra più una minuscola particella di fumo”, osserva la coautrice dello studio Beth Beller, dell’Università di Edimburgo in Scozia, “di pochi nanometri di diametro”. “I granelli grandi potrebbero assomigliare più a particelle di sabbia molto piccole e molto calde. Sono composti da silicio e ossigeno, che costituiscono la base della maggior parte dei minerali di roccia. È un tipo di foschia rocciosa.

La luminosità cambia

La nube sarà anche molto più calda di quanto non lo sia sulla Terra, perché VHS 1256 b è un piccolo pianeta dove la temperatura è molto alta, fino a 830 gradi nell’atmosfera. Secondo gli scienziati, è costantemente in movimento, circola nell’atmosfera e provoca improvvisi e drammatici cambiamenti di luminosità.

READ  Confermata una faglia sismica che attraversa Città del Messico