Aprile 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il presidente messicano ha affermato che il muro tra Stati Uniti e Messico “non funziona”.

Il presidente messicano ha affermato che il muro tra Stati Uniti e Messico “non funziona”.

Alla domanda nel programma 60 Minutes della CBS se Donald Trump, se eletto presidente degli Stati Uniti a novembre, costruirà il muro promesso, il presidente messicano ha risposto: “No”.

“Non funziona!” ha aggiunto, secondo una traduzione in inglese delle sue osservazioni, chiedendo invece una riforma della politica estera americana per scoraggiare l'immigrazione clandestina.

Quando Donald Trump era in carica e cercava di costruire un muro, il presidente messicano ha detto che gli era stato spiegato che i trafficanti erano riusciti a scavare tunnel sotto le barriere esistenti.

Ha continuato dicendo che il signor Trump “è rimasto in silenzio, poi ha iniziato a ridere e mi ha detto: non posso vincere con te”.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden si appresta ad affrontare nuovamente Donald Trump nelle elezioni presidenziali previste per novembre, una ripetizione del voto del 2020, con l’immigrazione clandestina ancora una volta al centro della campagna.

Donald Trump e il suo Partito Repubblicano hanno criticato Joe Biden dopo che un numero record di migranti ha attraversato il confine meridionale degli Stati Uniti.

Lopez Obrador, 70 anni, ha affermato che, su richiesta di Biden, ha contribuito a garantire una riduzione temporanea all'inizio di quest'anno del numero di immigrati clandestini che tentano di entrare negli Stati Uniti.

“Joe Biden è abbastanza grande e Donald Trump è pazzo, non è la stessa cosa”: esiste un limite di età per la politica?

Ha sottolineato che questa diminuzione è stata ottenuta grazie al fatto che il Messico è “più preoccupato” dei suoi confini meridionali e con l’aiuto dei leader centroamericani.

“Tuttavia, questa è una soluzione a breve termine, non una soluzione a lungo termine”, ha aggiunto, aggiungendo che il Messico vuole affrontare le “cause profonde” dell’immigrazione clandestina.

READ  “Dobbiamo fermarli fisicamente”: ecco le soluzioni dell'esperto per tenere lontane dalle strade le persone che hanno smarrito la patente

Per il presidente messicano, Washington dovrebbe stanziare miliardi di dollari ogni anno per ridurre la povertà in America Latina, allentare le sanzioni contro Venezuela e Cuba e garantire lo status legale a milioni di messicani che vivono negli Stati Uniti.

Il signor López Obrador ha dichiarato che senza queste riforme radicali, “il flusso di migranti continuerà (…)”.

Di fronte ai repubblicani che chiedono la chiusura d'emergenza della frontiera, il presidente messicano ha sottolineato l'interdipendenza economica tra i due paesi. “Non sarà possibile acquistare auto a buon mercato se le frontiere saranno chiuse”, ha avvertito.

'Sono vecchio e so quello che faccio, maledizione': Joe Biden si difende dalla devastante denuncia della sua 'scarsa memoria'

Il presidente messicano, che lascerà l'incarico alla fine dell'anno, è stato interrogato anche su diverse questioni nazionali, tra cui la sua scelta di rivelare pubblicamente il numero di telefono personale di un giornalista, cosa che ha suscitato scandalo.

Interrogato su questo approccio, in un paese in cui i giornalisti vengono spesso molestati e uccisi, López Obrador ha dichiarato che “non intendeva fargli del male”, ma “stava rispondendo alla diffamazione”.

Ha aggiunto: “Immaginate cosa significhi per questo giornalista scrivere che il presidente del Messico ha legami con i trafficanti di droga (…) senza avere alcuna prova. È una vile calunnia”.