Febbraio 29, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il presidente del Barcellona conferma: Anderlecht e Brugge sono pronte a partecipare alla Supercoppa, ma il Moves smentisce

Il presidente del Barcellona conferma: Anderlecht e Brugge sono pronte a partecipare alla Supercoppa, ma il Moves smentisce

La Super League 2.0 è stata una vera anguilla per molti anni, ed è tornata da qualche settimana. Mentre Real Madrid e Barcellona, ​​pionieri del progetto, hanno espresso il desiderio di vedere istituita questa nuova competizione, quasi tutti i leader europei hanno espresso il loro rifiuto. Anche se i promotori del progetto hanno spesso annunciato che alcuni club sono pronti anche se non lo hanno ancora annunciato, finora non hanno fatto alcun nome.

Un duro colpo per il progetto Premier League: l'Italia vuole impedire ai propri club di parteciparvi

Sono stato intervistato alla radio RAC1Joan Laporta, presidente del Barcellona, ​​ha fornito un elenco di club che, secondo lui, sarebbero propensi a portare avanti il ​​progetto. “La Premier League potrebbe continuare dalla prossima stagione, ovvero nel 2025-2026. Oltre a Barcellona e Madrid, ci sono le italiane: Inter, Milan, Napoli e Roma. Ci sono anche squadre francesi come l'Olympique Marsiglia e le tre squadre portoghesi”. , Sporting, Benfica e Porto, vorrebbero “Presenze. Ci sono anche le squadre olandesi (Ajax, Feyenoord ed Eindhoven) e le due squadre belghe Brugge e Anderlecht. Sarebbe meglio se la competizione fosse con sedici squadre”.ha annunciato.

L'Anderlecht, menzionato tra i club interessati, ha risposto diverse settimane fa. L’RSC Anderlecht conferma di non aver preso alcun impegno nei confronti di coloro che stanno dietro la potenziale Premier League”.Il club aveva pubblicato un comunicato stampa confermando che il club “Continueremo a monitorare attentamente tutti gli sviluppi”.. Lo Sporting ci ha contattato e ci ha spiegato che ciò non era accaduto “Niente da aggiungere” Rispetto al precedente comunicato stampa sull'argomento.

Premier League: La Professional League vede l'opportunità di discutere con la UEFA a favore dei campionati minori

READ  Formula 1 | Haas F1: Schumacher è stato piacevolmente sorpreso di finire vicino alla Q3

Se la stampa italiana riportava un reale interesse del Napoli per la competizione, le altre squadre citate da Laporta esprimevano, in un modo o nell'altro, il loro rifiuto della Premier League. Mentre il Marsiglia è stato menzionato tra le squadre interessate, il suo presidente, Pablo Longoria, ha smentito. “Questo è completamente falso. Non c'è una sola riserva seria su questo argomento. Ecco perché abbiamo presentato la nostra richiesta all'Associazione degli chef egiziani per provare a suggerire delle modifiche. Per quanto riguarda la questione della Premier League e del club del Marsiglia, voglio negare completamente.”, ha annunciato. Anche la Roma è stata molto chiara nel suo comunicato, chiarendo che il club non avrebbe sostenuto “In nessuna circostanza” Il progetto quello “Costituirebbe un attacco inaccettabile all’importanza dei campionati nazionali e alle basi del calcio europeo”..

Nella maggior parte dei casi, l'opposizione è stata meno esplicita rispetto ad altri club che non hanno approvato il progetto, spesso criticandone il modello, ma non affermando esplicitamente che una futura partecipazione fosse impensabile, come è successo ad Anderlecht. Che si tratti di Laporta o dei club stessi, è chiaro che almeno una parte sta mentendo e che il gioco del poker in Premier League è ancora agli inizi.