Ottobre 1, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il gruppo italiano ENI ha annunciato l’acquisizione delle attività di BP in Algeria

Energia – Italian Hydrocarbon Group (ENI) ha annunciato l’acquisizione degli asset di British Petroleum (BP) in Algeria. Dzair Daily fornisce maggiori dettagli su questo argomento nelle righe seguenti.

Dopo quasi 30 anni di attività, il gruppo petrolifero britannico BP sta uscendo dall’Algeria e vende i suoi asset al gruppo italiano ENI. La BP, infatti, ha annunciato questa notizia attraverso un comunicato stampa pubblicato sul proprio sito ufficiale. Quindi, se vuoi saperne di più, devi leggere completamente questa nuova versione dell’8 settembre 2022.

Questa decisione, infatti, porterà senza dubbio molti vantaggi strategici al gruppo italiano. Questa decisione, infatti, contribuirà a soddisfare il fabbisogno di gas del continente europeo. Rafforzare la presenza di Eni in Algeria. A tal fine si segnala che il contratto in oggetto copre gli interessi di BP nelle concessioni di produzione gas di In Amenas e In Sala.

Ricordiamo che British Petroleum possiede fino al 45,89% di Amenas e il 33,15% di In Sala con Sonatrac ed Equinor nell’ambito di una joint venture. Sono comunque le rivelazioni di un comunicato diffuso da un quotidiano in lingua araba Ennahar.

La transazione è soggetta all’approvazione del governo algerino

Da parte sua, il vicepresidente esecutivo di BP Anja-Isabel Dotsenrath ha elogiato la partnership che ha collegato i due paesi nel corso degli anni. Inoltre, il suddetto funzionario era ottimista sull’accordo tra BP ed ENI. Secondo lui, l’accordo rappresenta un buon risultato per entrambi i gruppi e per l’Algeria.

« BP ha lavorato con successo con l’Algeria Supporto a due grandi operazioni da quasi 30 anni Progetti gas Per il Paese”, ha affermato Anja-Isabel Dotsenrath. Allo stesso modo, la produzione è degna di nota dell’ENI in Algeria Si prevede che aumenterà a 120.000 barili al giorno nel 2023.

READ  Accordo verde europeo: avvertimento dai datori di lavoro francesi, tedeschi e italiani

Ciò tiene conto dei progetti di sviluppo in corso nel bacino del Perkin. Per tua informazione, tieni presente che questa transazione è soggetta all’approvazione del governo algerino. Processi di prelazione degli azionisti e processi di liquidazione dei concorrenti.