Novembre 26, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il ciclista italiano campione d’Europa Sonny Colbrelli ha annunciato il suo ritiro nel 2021.

Il 32enne italiano è uscito dalla gara dopo aver subito un infarto durante la seconda tappa del Giro di Catalogna a fine marzo.

Tempo di lettura: 3 minuti

SOnni Colbrelli ha deciso di porre fine alla sua carriera di ciclista professionista, ha annunciato domenica la sua squadra Bahrain-Victorious. Il 32enne italiano, Paris-Roubaix ed europeo campione nel 2021, ha saltato la gara dopo aver subito un infarto durante la tappa 1 del Giro di Catalogna a fine marzo.

“Un anno fa, stavo ancora festeggiando la migliore vittoria della mia carriera, la Parigi-Roubaix”, avrebbe detto Colbrelli dalla sua squadra. Vincitore dell’edizione autunnale dell’Inferno del Nord in dantesca, l’italiano ha dovuto radunarsi dietro i pareri medici, sfavorevoli alla pratica dello sport di alto livello.

Ha subito un arresto cardiorespiratorio al termine della prima tappa del Giro di Catalogna il 21 marzo ed è stato operato al cuore ed è stato dotato di un defibrillatore cardiaco, che gli consente di regolare il ritmo cardiaco se necessario. casi.



“Non avrei mai pensato che un anno dopo avrei dovuto affrontare una delle sfide più difficili della mia vita. Ma voglio essere grato per questa vita che ho perso, che mi ha dato una seconda possibilità”, ha aggiunto l’italiano, “trovare la forza di chi gli è vicino per accettare di smettere di spingersi in un grande tour.” .Il Giro delle Fiandre, il sogno di tutta la vita”.

Nonostante la sua prestazione e l’installazione di un defibrillatore, che gli impedisce legalmente di correre sul suolo italiano, Colbrelli non ha davvero perso la speranza di tornare in gruppo. “Non mi sono lasciato andare e sono risalito in sella sotto una maggiore sorveglianza. Ma i rischi sono troppo alti”, ha ammesso.

A differenza del calcio in campo confinato, il ciclismo è uno sport in cui gli interventi delle squadre mediche possono avvenire in qualsiasi momento e talvolta su strade tranquille e fuori mano. A differenza del calciatore danese Christian Eriksen, tornato alle competizioni dopo aver subito un infarto nel giugno 2021, questa caratteristica è stata decisiva. “Il ciclismo non è calcio. Questo è ciò che mi ha causato problemi a tornare alla competizione. “Ammetto di aver pensato di togliere il defibrillatore, ma il ciclismo è uno sport molto serio e il rischio era troppo alto per me”, ha spiegato Colbrelli.

L’italiano, in Bahrain dal 2017, ha ottenuto 34 vittorie professionistiche. Oltre alla Parigi-Roubaix e all’Euro nel 2021, ha vinto in particolare la classifica finale del Tour du Benelux e della Flèche Brabançonne.

“Sto salutando il ciclismo, dopo la stagione più bella della mia carriera, anche se dolorosa, per tutto quello che mi ha dato, e sto cercando di farlo con un sorriso”, ha detto l’otto volte vincitore nel 2021.

Colbrelli ha espresso il desiderio di continuare a lavorare nel mondo del ciclismo. “Durante questa prova continuerò a stare con la mia squadra, che è diventata la mia seconda famiglia. Sarò un ambasciatore dei nostri partner e lavorerò con gli allenatori, condividerò la mia esperienza con i miei compagni di squadra e supervisionerò i team di sviluppo. Nuove sfide mi aspettano e mi preparo ad incontrarli con un sorriso.

READ  Gaylock. Il mercato italiano mette in mostra la deliziosa cucina della penisola