Aprile 20, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il caso Gregory: 40 anni dopo l'omicidio, la giustizia richiede ulteriori analisi

Il caso Gregory: 40 anni dopo l'omicidio, la giustizia richiede ulteriori analisi

Il procuratore Thierry Bouquet di Hauts-José ha dichiarato all'AFP che la camera investigativa della Corte d'appello di Digione aveva “sostanzialmente” concesso “indagini tecniche e perizie scientifiche complementari alle decisioni già ordinate” in passato, confermando le informazioni ricevute da radio RTL . .

Il 16 ottobre 1984 fu ritrovato a Vologna il corpo del figlio di 4 anni, legato mani e piedi.

Gli investigatori si sono rivolti innanzitutto al cugino del padre. Accusato di omicidio e incarcerato, fu rilasciato ma fu ucciso poco dopo da Jean-Marie Villemin.

«Sappiamo cosa è successo», rivela un ex gendarme sul caso del piccolo Gregory

Il caso si è poi concentrato su “Il Corvo”, che ha scritto diverse lettere anonime minacciando i Vilmin, ma non è stato in grado di risolvere il mistero.

Dopo quasi 40 anni, “siamo soddisfatti” di aver ottenuto nuovi test, ha detto all'AFP uno degli avvocati dei genitori. “Dimostra che la giustizia alla fine si dà i mezzi (..) per cercare di raggiungere la verità”.

Secondo lei, la famiglia ha richiesto ulteriori analisi del DNA “per creare collegamenti tra alcune persone della famiglia e i profili e le miscele di DNA che abbiamo in archivio”, nonché “l'audiometria acustica”.

Secondo RTL, la nuova perizia si concentrerà in particolare sul confronto del Dna rinvenuto sulle corde che circondano il corpo del bambino, sul suo mantello, sul suo mento e su alcune lettere del “corvo”. Verranno effettuati confronti con il DNA di Michel Villemin, lo zio del ragazzo, e di diversi membri della famiglia allargata.