Dicembre 1, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I vegetariani hanno il doppio delle probabilità di soffrire di depressione rispetto agli onnivori

Quando si sceglie di seguire la dieta vegetariana, le critiche sono all’ordine del giorno. Le critiche si basano spesso sullo stesso argomento: carenza nutrizionale. Lontano dalle credenze popolari, ScienceAlert con Lumiere un studio brasiliano I vegetariani soffrono il doppio degli episodi depressivi rispetto ai mangiatori di carne. Ma che ci piaccia o no, le esigenze nutrizionali non sono la causa.

Dopo aver identificato tassi più elevati di depressione nelle persone che hanno abbandonato la dieta attiva, i ricercatori hanno analizzato un’ampia gamma di fattori: calorie totali, proteine, micronutrienti, lavorazione degli alimenti… Inutile: non è stata dimostrata alcuna associazione tra il contenuto nutrizionale di la dieta e gli episodi di depressione. Allora qual è il collegamento che potrebbe essere? C’è un catalizzatore?

Tutto risulta essere psicologico. Secondo i media scientifici, “La depressione incoraggerebbe le persone a diventare vegetariane, non il contrario. La depressione promuove la ruminazione di pensieri negativi e sensi di colpa. Quindi, se assumiamo che tutti si trovino costantemente di fronte alla realtà traumatica della carneficina e dell’allevamento intensivo, cosa sono i più colpiti? Quelli di umore cupo.

Ciò comporterà molti minuti di pensiero e desideri per evolvere verso una dieta priva di carne. “Ci sono prove che gli individui con depressione da lieve a moderata hanno giudizi e percezioni più realistici del loro ruolo e delle loro capacità”, Termine di ScienceAlert.

Sarcasmo, indifferenza, depressione

Le relazioni sociali possono anche influenzare la salute mentale dei vegetariani, essendo a volte fonte di ridicolo e ostracismo. Attaccare i valori a cui tengono a volte può portare a una sensazione di esclusione, che può essere causa di disturbi depressivi.

READ  Meteo: torna la pioggia, temperature più fresche.. La prossima settimana arriverà l'autunno e questo va bene

Per vedere se questa teoria è corretta, sarebbe interessante notare il legame tra una dieta vegetariana e la depressione in un paese come l’India, dove tale dieta è considerata una norma più sociale. C’è ancora una domanda più importante: con l’aumento del numero di vegetariani nei paesi sviluppati, vedremo scomparire questa associazione nel corso degli anni?

Poiché il trattamento barbaro degli animali continua a causa dell’elevata domanda di carne a buon mercato, i vegetariani hanno motivo di essere confusi. E poi, cosa potrebbe esserci di più frustrante che ignorare tale crudeltà?