Giugno 21, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I ricercatori hanno finalmente scoperto perché le orche attaccano le barche nello Stretto di Gibilterra

I ricercatori hanno finalmente scoperto perché le orche attaccano le barche nello Stretto di Gibilterra

Sono diventati così regolari che gli scienziati hanno deciso di esaminarli. Dal 2020 sono aumentati gli attacchi di orche contro yacht o barche a vela nello Stretto di Gibilterra. Un fenomeno che non è stato ancora spiegato dagli specialisti.

Secondo il team di biologi che ha condotto le indagini, questo comportamento deriva da un gioco dei cetacei e non da una forma di aggressione.

Gioco sull’aggressività

secondo questo rapporto Commissione baleniera internazionale (IWC)Commissionate dai governi spagnolo e portoghese, per quattro anni le orche hanno prodotto almeno 673 interazioni con le barche nello Stretto di Gibilterra. Le interazioni vanno dal semplice accerchiamento all’attacco violento, spesso dal timone della nave, o addirittura all’affondamento della barca. Dal 2020, almeno quattro imbarcazioni sono affondate a causa di questi attacchi, rivela il rapporto pubblicato venerdì 24 maggio.

Secondo gli scienziati che hanno studiato questo fenomeno, delle 40 orche registrate nella penisola iberica, solo una quindicina partecipa alle interazioni con le barche. Questo gruppo, descritto come più curioso degli altri, è composto da maschi giovani e adolescenti.

I ricercatori ritengono che questi attacchi siano il risultato del gioco delle orche piuttosto che di un comportamento aggressivo. Questi animali, altamente sociali e intelligenti, sono noti per “giocare” con gli oggetti. Secondo gli specialisti, le giovani orche hanno potuto vedere i loro adulti “giocare” con i timoni e imitarne il comportamento.

“È noto che le orche giocano con oggetti o altri animali nel loro ambiente al punto da danneggiarli. Le interazioni coinvolgono più elementi coerenti con il comportamento moderno o il gioco/socializzazione rispetto all’aggressività attacchi Pertanto, descrivere queste interazioni è inappropriato. ha scritto Esperti nel loro rapporto.

READ  Pollini e allergie: un breve periodo di riposo in attesa di una betulla

Troppo cibo coinvolto

Secondo gli specialisti, è noto che le orche sviluppano comportamenti temporanei. È il caso di un gruppo di cetacei del Pacifico nord-occidentale, che è stato osservato giocare con le focene fino a ucciderle, senza mangiarle affatto. Nel 1987, nella stessa zona, furono visti trasportare salmoni morti sulla testa.

“Alcune popolazioni di orche potrebbero evolversi Tecniche Peculiarità comportamentali e di altro tipo insolite e temporanee [ou caractères individuels] Il che non sembra servire a un chiaro scopo adattivo.

L’altro motivo, secondo gli specialisti, è l’abbondanza di cibo, soprattutto di tonno rosso, nella penisola iberica. Con il riscaldamento globale, questa specie si trova ormai in abbondanti quantità nelle acque dell’Europa meridionale. Di conseguenza, stimano gli scienziati, le orche trascorrono meno tempo alla ricerca di cibo e più tempo a “giocare”.

“Questo comportamento ha punti in comune con tendenze osservate altrove, sembra essere correlato al gioco o alla socializzazione e potrebbe essere stato incoraggiato dai recenti aumenti nell’abbondanza e nella disponibilità delle prede – che riducono il tempo necessario per procurarsi il cibo – e dalla riduzione delle interazioni negative con la pesca”, si legge nel rapporto”.

Pertanto, i ricercatori invitano i marinai a non allontanarsi troppo dalla costa e a non utilizzare deterrenti (petardi, scosse elettriche) che danneggiano le specie. Secondo loro, queste misure non solo sono inefficaci, ma potrebbero contribuire ad aumentare l’aggressività delle orche. Gli esperti raccomandano inoltre di modificare il timone per renderlo meno attraente per le orche.