Gennaio 24, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La salute mentale dei pazzi di Aliger Street è al centro dell’indagine

La notizia è stata annunciata in mattinata dallo stesso ministro dell’Interno. L’uomo che teneva sotto tiro con una lama una giovane donna di 23 anni in un negozio di rue d’Alegre, nel 12° arrondissement di Parigi, molto commerciale, è stato arrestato senza difficoltà poco prima delle 8 del mattino. La vittima, la figlia del gestore di questo piccolo negozio di ferramenta, è rimasta prigioniera per quasi 17 ore. Sua madre è stata rilasciata lunedì intorno alle 22:00. Il pubblico ministero della Repubblica di Parigi, Laurie Piqueau, ha detto che entrambi erano “estremamente scioccati” ma che erano al sicuro.

Aperta un’inchiesta dal capo del dipartimento “sequestro di persona con più vittime”, ma “rilascio volontario” da parte della Procura, che ha affidato le indagini al Secondo Dipartimento di Polizia Giudiziaria della Direzione di Polizia. La salute mentale di Majnun, cittadino tunisino di 56 anni arrivato in Francia vent’anni fa, sarà senza dubbio al centro delle indagini. E il giudice ha confermato, nel corso di un breve comunicato al termine della sentenza, che “una persona il cui stato psicologico appare fragile, e questo punto del suo stato di salute è quello su cui si concentreranno le indagini”.

accuse sciocche

L’uomo ha fatto irruzione in questa azienda di famiglia alla Bastiglia lunedì, verso le 15:20, e ha ordinato al manager e a sua figlia di chiudere la cortina di ferro. Secondo i primi elementi dell’indagine, non conosce le due vittime. Una volta all’interno, l’uomo ha subito chiesto di parlare con il ministro della Giustizia Eric Dupond-Moretti, spiegando di essere stato avvelenato da un medico e di volere un processo per poter essere riconosciuto come vittima. Il pazzo ha parlato anche con me, Sylvie Nowakovitch, l’avvocato di Omar Raddad. Quest’ultimo è stato catturato da 20 minuti Che non c’erano dubbi, durante il loro scambio telefonico, del suo famoso cliente. Il pazzo, piangente, a volte “incoerente”, voleva che un avvocato lo difendesse in questo caso di avvelenamento.

READ  Impara le "parole da memorizzare" per diventare un operatore di primo soccorso per la salute mentale

Se la pista del terrorista è stata rapidamente esclusa, il profilo del pazzo e le sue stravaganti affermazioni sono state immediatamente prese molto sul serio dalla Brigata di ricerca e intervento (BRI) mobilitata durante l’intervento. L’individuo, un tassista – non un giudice, come potrebbe essere stato indicato all’inizio del caso – era noto alle autorità locali con problemi psicologici. Secondo una fonte della polizia, ha molestato un medico di famiglia del quartiere in numerose occasioni. Viveva in un ostello vicino.

trattative dure

Proprio a causa di questa fragilità psicologica, le trattative sono proseguite tutta la notte. “Per noi, questa è una delle peggiori formazioni”, afferma una fonte della polizia. Semplicemente perché è difficile per i negoziatori anticipare le reazioni delle persone instabili. Anche avere una semplice conversazione può essere molto complicato. Il loro obiettivo è riportare i pazzi ai loro sensi, ma dobbiamo riuscire a entrare nella loro sanità mentale. “

Secondo le nostre informazioni, se stasera le trattative hanno avuto difficoltà ad andare avanti, soprattutto a causa delle sue parole molto sconnesse, a volte fittizie, l’intervento della BRI è diventato molto delicato per il fatto che l’uomo non ha abbandonato una persona sola. La giovane donna è trattenuta contro la sua volontà. Alla fine, accettò di lasciare il negozio in cui si era rintanato al mattino. Didier Lallmann, il prefetto della polizia di Parigi, lo ha accolto dicendo: “È sempre molto difficile avere a che fare con qualcuno che porta un coltello e minaccia le persone, ma ha finito per ascoltare ragioni dopo lunghe discussioni”.

Resta da vedere se l’uomo può essere ritenuto responsabile delle sue azioni. E’ stato posto in custodia questa mattina con l’accusa di “reclusione aggravata”, “violenza volontaria con arma” e “portatore di armi di classe D”, ed è stato trasferito questo pomeriggio alla clinica psichiatrica del dipartimento di polizia.

READ  Carenza di personale sanitario | Formazione accelerata per infermieri pratici autorizzati