Febbraio 3, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Honda Jazz Redesign (2023): ancora più deciso e potente

La tanto amata Honda Jazz è intrisa di qualità, ma forse manca di un po’ di personalità e di forza. Il restyling interviene meticolosamente per correggere in parte queste mancanze, ma a prezzi che dovrebbero rimanere salati.

La Honda Jazz è probabilmente la citycar che punta sulle soluzioni più pratiche e rilevanti per un veicolo quotidiano: dimensioni esterne compatte, leggerezza, efficienza e praticità con i suoi sedili posteriori Magic Seat. La Jazz, però, soffre di un fisico meno espressivo rispetto alla concorrenza nel segmento delle citycar e dei crossover urbani. E poi, prima di tutto, il jazz non è stato dato. Ma le Honda sono sempre state comunque più costose dei loro concorrenti: la reputazione di affidabilità meccanica è pagata e lo sconto è meno evidente alla rivendita. La riprogettazione della Jazz arriva giusto in tempo per Honda, che si sta preparando per altri lanci, come il SUV ZR-V o il nuovo ibrido CR-V. Il Jazz riprogettato beneficia di numerosi aggiornamenti e sviluppi positivi, ma i prezzi seguono la tendenza generale al rialzo.

Il jazz ha un aspetto leggermente sportivo

Sulla Honda Jazz non ci sono (quasi) modifiche©Honda

Esteticamente, le due versioni già riconoscibili si evolvono a malapena a parte piccoli tocchi come i pannelli dei bilancieri dall’aspetto strutturato. Ovviamente, la grande novità è l’aspetto di questa avanzata finitura sportiva “sportiva”. La Honda ha già respinto il “Fit” sulla versione RS in Giappone, ma non è andata a buon fine con noi. Senza spingersi fino a una forte presentazione in stile Mugen, Honda ha comunque ascoltato le richieste dei clienti per una versione leggermente più assertiva. che beneficia di armature e cerchi specifici da 16 pollici. A bordo, l’Advance Sport presenta rivestimenti in ecopelle grigia e pelle scamosciata nera con cuciture gialle su volante, bracciolo centrale e pannelli porta. Ovviamente ci sono ancora i sedili posteriori Magic Seats, molto pratici per caricare trasversalmente oggetti lunghi.

READ  "Anche Hitler aveva sangue ebreo": le parole di Lavrov, criticate dagli israeliani, hanno un fondamento storico?

Diamo il benvenuto a nuovi cavalli

Il nostro test drive e le misurazioni della Honda Jazz Hybrid 2020

Forse il motore da 109 cavalli era un po’ corto in un mercato in cui i SUV urbani possono superare i 150 cavalli. Non per segnare i tempi sul giro in pista, ma per un miglior piacere di guida e una maggiore sicurezza in caso di sorpasso. Poi ci sono anche quei clienti che usano i loro veicoli per il traino, anche nella Serie B. Honda afferma di aver ascoltato i reclami aumentando la capacità di traino, che ora arriva fino a 500 kg sulla Jazz.

Sul lato meccanico, la potenza sale da 109 a 122 CV Grazie allo sviluppo del motore di trazione in modalità elettrica (che passa da 109 a 122 CV). Il piccolo quattro cilindri benzina 1.5 arriva a 107 CV (ricordate, le potenze non si sommano come in questi ibridi un po’ più sofisticati). La coppia non oscilla e si mantiene a 253 Nm. Honda lavora sulle emissioni di CO2, tra 102 e 106 g/km a seconda della versione scelta.

pubblicato in 12/01/2023 aggiornato 12/01/2023