Maggio 29, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Guidato da Westerlo, il Ghent scongiura la crisi e mette sotto pressione lo Standard

Guidato da Westerlo, il Ghent scongiura la crisi e mette sotto pressione lo Standard

Gantoise ha iniziato il suo cammino di qualificazione europea con una vittoria, tuttavia, l’inizio non era di buon auspicio per una grande serata contro il Westerlo.

In termini di atmosfera, queste qualificazioni europee partiranno in una posizione subordinata. Dopo non essersi qualificata per le prime quattro, la Glamco Arena è stata letteralmente deserta da questi tifosi al primo incontro di Gand facce di Westerlo. C’è voluta poco più di mezz’ora per i primi bip di qualche migliaio di fedeli.

Va detto che in termini di livello di gioco, anche la stagione consecutiva è iniziata al trotto. Se il Gent ha mostrato buona volontà fin dai primi minuti, soprattutto attraverso i passaggi molto precisi forniti da Mattis Samoyes e soprattutto Hyun Suk Hong Molti casi di superiorità nei reparti, le opportunità erano attese da tempo.

Hein Vanhaezebrouck potrà sentirsi bene per la prestazione della sua squadra… nei primi due terzi del campo. Perché nel rettangolo di Westerlo i Buffaloes hanno avuto tutte le difficoltà del mondo per far lavorare Sinan Bolat nel primo periodo (un tiro in porta). Nonostante molte mosse, le scelte sbagliate sono legate al mazzo, come a Tarik Tissoudali Il detentore del posto di Gift Orban sembrava mancare di fiducia e spontaneità, eppure aveva il pallone tra i piedi davanti alla porta.


Il merito è andato anche a una piccolissima squadra del Westerlo che ha aperto le marcature su quella che era solo una mezza occasione: contro il difensore Gent, Matteo Fix Avanza senza subire attacchi, fino a sferrare un colpo volante da 20 metri che beffa Paolo Nardi, e lo sfrutta poco (0-1).

Come capitano di default nelle qualificazioni europee, Westerlo ha ripreso il secondo tempo con molta calma, deciso a non giocare la partita. Forse troppo silenzioso. Su una palla eccentrica verso i Cuypers, la difesa si è completamente dimenticata di guardare Hongche ha avviato la procedura, e che ha chiuso l’operazione con un piede piatto a distanza ravvicinata nel rettangolo piccolo del pareggio (52).

Nello stesso momento in cui i ghentini si rialzavano, il blocco di Campin sprofondava, scatenando un centrodestra, tutto a favore di Sven Combs che ha beneficiato anche di un contrasto inconcludente di Sinan Polat sulla sua linea nel match terminato 2-1 alla sempre più chiassosa Gelamco Arena. Sarebbe potuto essere 3-1 all’ora se Brian Reynolds non avesse salvato un piccolo scoop dal tiro di Tarik Tsoudali sulla linea di Bolat.


Questo gioca anche a pochi centimetri Giuseppe Okumu Ha colpito di testa un calcio d’angolo, mentre Sinan Polat ha mancato la sua uscita. Nonostante la squadra di Westerlo abbia recuperato la testa grazie a diversi cambi d’attacco, La Gantoise è riuscito a concludere in ritardo e ad aumentare il vantaggio grazie a un appello. Regalo urbanoche è stato impostato nel gioco ed è stato ben servito da una deviazione di testa di Hugo Kuipers (3-1).

Basta finire una serie di cinque partite senza segnare gol e fare il primo tempo pochi minuti prima della fine dell’incontro. Grazie a questa reazione, il Gent ha preso un vantaggio di cinque punti sull’avversario serale e ha anche continuato a spingere standardche è tre unità in meno prima di trasferirsi domani al Circle Brugge.

READ  Supercoppa Italiana: Alexis Sanchez presenta l'incoronazione per l'Inter, contro la Juventus (2-1 dopo) dopo dodici anni