Maggio 29, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Guerra in Ucraina: l’uso della cloropicrina sul campo di battaglia dimostra “l’incoscienza e il disprezzo degli accordi da parte dell’esercito russo”

secondo U.S Dipartimento di StatoL'esercito russo utilizzerà la cloropicrina contro i soldati ucraini. Una violazione diretta della Convenzione sulle armi chimiche (CIWC), anche se la Russia l’ha firmata. “Ciò dimostra l'indifferenza e il disprezzo dell'esercito russo per gli accordi e il divieto delle armi tossiche“, spiega il generale Jean-Paul Berucci, ex direttore dello Stato maggiore dell'Unione europea.

Gas mortale?

La cloropicrina è un prodotto tossico utilizzato come antiparassitario ma rientra anche nei gas da combattimento nella categoria degli asfissianti. “Attaccherà il sistema respiratorio e può causare danni generalmente irreversibili.“, precisa Jean-Paul Perroche. Il generale aggiunge che un'esposizione troppo lunga al prodotto può essere fatale. “Se ti fai un lieve infortunio, ne uscirai. Se si resta lì per molto tempo respirando questo gas, l'effetto può diventare fatale.

La fine della guerra tra Ucraina e Russia? Questo documento avrebbe potuto cambiare tutto

La clorobicirina può essere utilizzata sotto forma di gas e sotto forma di goccioline, che saranno meno volatili e causeranno più effetti. “Questa è una caratteristica molto caratteristica delle guerre statiche e delle guerre di posizione. Su un campo di battaglia in movimento è più difficile da gestire perché non sai esattamente dove posizionarlo. Non sappiamo dove andrà il nemico. Quindi viene utilizzato negli stili di combattimento statici perché le persone non si muovono. Quindi abbiamo tempo per localizzarli e inviare i missili“, spiega Jean-Paul Perroche.

L’interesse dei russi nell’utilizzo di questo particolare gas risiede nel fatto che “Non lascia tracce per molto tempo“.”Sappiamo che ci sono analisi effettuate da specialisti e che… (Autorità russe, ndr) Potrebbe essere nuovamente accusato di crimini di guerra perché tutto questo materiale è proibito dalle Convenzioni di Ginevra“, aggiunge Jean-Paul Perroche.

READ  Presidenza Usa 2024: Vivek Ramaswamy, l'uomo d'affari scettico sul clima che capovolge le primarie Usa

Ma questo tipo di gas può essere fermato indossando una maschera antigas e una tuta se è sotto forma di gocce. Un mezzo di protezione che si dimostrò efficace durante la Prima Guerra Mondiale.

Il video mostra i convogli militari occidentali in viaggio verso l’Ucraina e la Polonia: cosa sta succedendo?

Un punto di svolta nella guerra in Ucraina?

L’uso della cloropicrina sul fronte ucraino simboleggia un nuovo passo nell’invasione russa dell’Ucraina? Su questo punto il generale Jean-Paul Piroche resta contrastante. “Ciò non mi sorprende particolarmente. Può anche essere un modo per dire: “Stai attento, possiamo andare avanti”. Fornendo quindi un riferimento distorto all’energia nucleare. Ma questo fa parte del ricatto. Ma non penso che ciò sarebbe decisivo per la penetrazione russa, perché possiamo proteggerci da essa“, conclude.