Luglio 1, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Guerra in Ucraina: la Russia impone sanzioni… ai morti

I russi hanno reagito all’assistenza fornita dagli Stati Uniti all’Ucraina.

Tempo di lettura: 2 minuti

Srt Tre mesi dopo l’inizio della sua offensiva, domenica la Russia ha continuato il bombardamento dell’Ucraina orientale, prima che il presidente ucraino Volodymyr Zelensky lunedì si rivolgesse alle élite politiche ed economiche del mondo riunite a Davos.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden non ha aspettato che Davos firmasse, durante una visita ufficiale a Seoul, la legge adottata giovedì dal Congresso che prevede una massiccia dotazione di 40 miliardi di dollari per sostenere l’Ucraina, in particolare lo sforzo bellico.

Volodymyr Zelensky sabato in diverse occasioni ha elogiato il rilascio di questo aiuto “oggi più che mai”.

Mosca ha immediatamente pubblicato un nuovo elenco di 963 americani a cui è stato vietato l’ingresso in Russia. Con in particolare il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, il suo Segretario di Stato Anthony Blinken, il capo del Pentagono Lloyd Austin o il CEO di Meta Mark Zuckerberg.

Ma anche almeno 7 personalità decedute, tra cui l’ex senatore John McCain, morto nel 2018.

Queste “controsanzioni” hanno lo scopo di “limitare la potenza americana esistente, che sta cercando di imporre un ordine mondiale neocoloniale al resto del pianeta (…), di cambiare la sua posizione e riconoscere nuove realtà geopolitiche”, secondo il ministero degli Esteri russo.

READ  Francia: due Rafale si toccano durante un incontro aereo