Maggio 24, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Gli esseri umani dormono quasi centinaia di zanzare affamate per il bene della scienza

Gli esseri umani dormono quasi centinaia di zanzare affamate per il bene della scienza

Saresti pronto a dormire sonni tranquilli in una tenda vicino a centinaia di zanzare? È un incredibile esperimento scientifico appena avvenuto in Zambia. I risultati aiutano a capire meglio come alcune zanzare siano in grado di rilevare gli esseri umani da così lontano.

Con il ritorno delle belle giornate torneranno loro: le zanzare. Non tutti gli esseri umani sembrano uguali di fronte alle punture di zanzara, il cui sofisticatissimo sistema di rilevamento continua ad incuriosire gli scienziati. In un nuovo studio pubblicato il 19 maggio 2023 sulla rivista Biologia attuale E l’ho notato gizmodoI ricercatori si chiedono come le zanzare possano trovarci da lontano. Anche quando sei a centinaia di metri dal suo tronco.

Per determinarlo, gli scienziati hanno usato mezzi radicali. Hanno usato un Una pista di pattinaggio all’aperto in Zambia », riepilogo Comunicato stampa di presentazione dell’opera. Le zanzare volavano liberamente all’interno di questa gigantesca gabbia. Le tende sono montate e attaccate alla trappola gigante: gli umani vi hanno persino trascorso alcune notti, fortunatamente senza mai entrare in contatto diretto con le zanzare.

Una gigantesca festa per le zanzare

Questa arena di 1.000 metri cubi ha permesso agli scienziati di osservare che l’odore del corpo umano è davvero un componente essenziale per le zanzare quando individuano gli esseri umani a lunghe distanze. Alcuni componenti dell’odore corporeo che indugiano nell’aria spiegano perché alcune persone vengono morse più di altre.

« Questo è il più grande sistema di classificazione delle preferenze olfattive delle zanzare al mondoSecondo uno degli autori dello studio, il neuroscienziato Diego Giraldo della Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health (Maryland, USA), citando il comunicato stampa. È un ambiente molto carico di zanzare. Concretamente, gli scienziati hanno installato zone di caduta distanziate riscaldate a 35 gradi Celsius (la temperatura della pelle umana) nell’arena. Durante la notte, 200 zanzare affamate sono state rilasciate nella gabbia. Utilizzando telecamere a infrarossi, i ricercatori sono stati in grado di monitorare il numero di volte in cui una zanzara è atterrata sulle aree di atterraggio, potenzialmente pronta a pungere.

READ  Un ruolo chiave per la salute del futuro dell'infermiere del Canton Vaud - rts.ch
Gabbia e tende giganti per zanzare. // fonte : via Twitter @McMenimanLab

Le zone calde non sembrano essere particolarmente attraenti per le zanzare a meno che non contengano anche anidride carbonica (CO2). Tuttavia, l’odore del corpo umano era un’enorme attrazione per le zanzare, molto più del solo biossido di carbonio. Andando avanti, i ricercatori hanno poi chiesto alle persone di dormire intorno a questo cortile di zanzare per 6 notti in tenda. Mediante condizionatori d’aria, l’aria delle tende, carica di elementi rilasciati dall’uomo durante il sonno, veniva convogliata nell’arena e soprattutto nelle zone di atterraggio. Il risultato: alcuni individui erano attratti dalle zanzare più di altri.

Gli scienziati hanno quindi proceduto ad analizzare 40 sostanze chimiche, tutte emesse da tutte le cavie umane, ma in quantità diverse. Hanno scoperto che gli esseri umani che sono più attraenti per le zanzare emettono di piùacido carbossilico (prodotta in particolare dai microbi sulla pelle).

Zanzare della malaria

Questo lavoro si concentra su un gruppo di zanzare in particolare, Anopheles gambiae. Questa specie è vettore della malaria, soprattutto in Africa. Questa malattia mortale, trasmessa dalle punture di alcune zanzare, è una vera preoccupazione per la salute pubblica nel mondo. Tanto che alcuni specialisti si chiedono se le zanzare non debbano essere semplicemente debellate. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, c’era 619.000 morti Attribuibile alla malaria nel 2021. Il 95% dei casi di malaria sono stati registrati in Africa nello stesso anno.

La zanzara Anopheles gambiae ama posarsi sulla pelle umana nelle ore che precedono la mezzanotte, prendendo indizi olfattivi per trovare la sua preda. ” Il profumo umano gioca un ruolo fondamentale nel segnale […] Selezione dell’ospite da parte di questo prolifico vettore della malaria mentre si fa strada verso l’uomo, con conseguente eterogeneità intrinseca nel rischio di morso umano Gli autori hanno riassunto lo studio.

READ  Il tuo oroscopo di domenica 12 novembre 2023: amore, denaro, lavoro, salute...


Iscriviti gratuitamente alla newsletter sull’Intelligenza Artificiale, progettata da IA, verificata da Numerama!