Agro Nocerino EVIDENZA Salerno

Giornata della Memoria, oggi l’incontro a Nocera Superiore

27 gennaio 1945: le truppe sovietiche raggiungono Auschwitz, scardinano i cancelli del campo di sterminio e rivelano al mondo intero le atroci barbarie perpetrate dai Nazisti. 72 anni dopo il ricordo di quegli avvenimenti non muore e non deve morire. Così, dal 2005, l’Onu ha scelto proprio il 27 gennaio per celebrare la Giornata della Memoria.

Nocera Superiore. E mentre le candele di quanti sopravvissero a quell’epoca buia si spengono man mano nel tempo, non resta che affidare alle giovani generazioni il racconto sofferto di quanto si verificò allora. Per questo è di fondamentale importanza la presenza dei giovani, quei giovani che nella giornata di oggi, a partire dalle 17, affolleranno la biblioteca “Aldo Moro” di Nocera Superiore. Si parlerà di Memoria ma soprattutto di nonni, zii, cugini e conoscenti che furono deportati e vissero in prima persona gli orrori della guerra.

Un abbraccio condiviso oggi da tutto il mondo, un cerchio ampio di esperienze, ricordi, dolore e drammi che si fa sempre più stretto, e forse anche più sofferto, quando a rievocare la memoria della Shoah – un evento che drasticamente aprì gli occhi dell’umanità intera – sono le piccole realtà locali dove i ricordi sono ancora tangibili e concreti.

Saranno Patrizia Reso e Leonardo Cicalese, nella Giornata della Memoria, a raccontare di come la guerra colpii pesantemente le nostre valli e le nostre colline. Sarà presente all’incontro – condotto da Antonio Ioele, direttore de laRedazione.eu, anche il sindaco di Nocera Superiore, Giovanni Maria Cuofano.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi