Marzo 2, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Giochi “gratuiti” da gennaio 2024 su PSN

Giochi “gratuiti” da gennaio 2024 su PSN

Abbonamento PlayStation PSN Plus per 3 mesi

In assenza di offerte di scoperta


I collegamenti sopra potrebbero non funzionare se utilizzi un blocco annunci.

Abbonamento PlayStation PSN Plus per 12 mesi

Abbonamento PlayStation PSN Plus per 12 mesi

In assenza di offerte di scoperta


I collegamenti sopra potrebbero non funzionare se utilizzi un blocco annunci.

Per poter giocare online con la tua PlayStation, devi abbonarti al servizio PSN Plus Essential. Questa offerta permette inoltre di provare alcuni titoli selezionati da Sony, senza alcun costo diverso dal prezzo di abbonamento al servizio (71,99 euro per un anno); Un ottimo modo per arricchire la tua libreria di giochi se trovi una PS5 sotto l'albero.

Una storia di peste: Requiem

Continuazione diretta di Una storia di peste: l'innocenza, Una storia di peste: Requiem, ci riporta al ruolo di Amicia, responsabile della protezione del fratello minore, Hugo, vittima di una maledizione. Dopo essere fuggiti – per un certo periodo – dai topi, dalla peste e dall'Inquisizione, i due unici sopravvissuti dei De Rune trovano rifugio nel sud della Francia per cercare di ricostruire le proprie vite. Purtroppo la maledizione di Hugo non è scomparsa e ritorna sotto forma di sciami di topi, costringendo i bambini ancora una volta alla fuga. Tuttavia, un'isola misteriosa potrebbe contenere la cura necessaria per curare Hugo, ed è a lei che Amicia e suo fratello si dirigono.

Il racconto del Requiem della Peste

Una storia di peste: Requiem

©Asobo Studios

Relativamente prescrittivo nel suo approccio, Una storia di peste: Requiem Si basa soprattutto sulla sua atmosfera medievale molto specifica e sulla sua storia toccante, perfettamente raccontata, per invogliare i giocatori.

Il malvagio occidente

L'atmosfera è cambiata con Il malvagio occidente ! E Una storia di peste: Requiem gioca la carta del fuorigioco, Il malvagio occidente Preferisce rifugiarsi in un mondo occidentale/gotico, certamente originale, ma un po' totalizzante. Vestirai i panni di Jesse Rentier, membro dell'omonimo Istituto, un'organizzazione americana incaricata di rintracciare le creature malvagie in generale e i vampiri in particolare. Se l'ambiente deve essere altamente autentico, lo stesso non si può dire del gameplay, che è classico come una camicia a quadri Intervista con un vampiro. Un vasto arsenale, un albero delle abilità e un quirk saranno dunque le parole d'ordine dell'avventura, che si articola in 16 capitoli esplorabili singolarmente o in coppia.

Il malvagio occidente

Il malvagio occidente

© Cinghiale volante

Nessuno salva il mondo

Drinkbox Studios, aderendo a concetti originali, presenta un gioco in cui l'eroe, nessuno, è completamente trasparente. Non sa combattere, non è più veloce della media, non salta più in alto… Sì, è un ragazzo normale che si imbatterà per caso nella bacchetta magica del mago Nostragamus, un artefatto che gli permetterà di contrattaccare. Manifestazioni varie e diverse. Tartaruga, Cavaliere, Zombie, Sirena, Cavaliere… In totale, ci sono una quindicina di apparizioni disponibili (che possono essere combinate) con somiglianze di combattimento a volte tutte relative. E ci vorrà tutta quella varietà per distruggere Calamity, il boss finale di questo A-RPG (pensa a quello vecchio Zelda visto dall'alto) atipico.

Nessuno salva il mondo

Nessuno salva il mondo

© Drink Box Studios

Pubblicità I tuoi contenuti continuano di seguito

READ  E negli Stati Uniti un chicco dell’asteroide Bennu ha già i suoi fan