Novembre 27, 2021

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Georges Presence, l’italiano che si è ignorato?

Nemmeno i suoi fan lo sapevano: la madre dell’iconica cantante della canzone francese dagli anni ’50 agli anni ’80 era italiana. Perché una tale Omarda? In che modo questa cultura trascendentale ha influito sulla Prosence e se ne celebra il centenario?

Georges Presence Le Italian © Getty / James Anderson / Sigma

“Non ditemi che Georges Presence è stato influenzato dalla musica italiana nelle sue canzoni”, avverte Isabel Belize. Un libro sul rapporto tra l’educatore, esperto, cantante e la patria di Garibaldi in “Ricostruire la memoria dell’immigrazione italiana nel mondo” pubblicato nel 2017.

Perché, poco si sa, Prosense (1921-1981) era di origine transsulfina. Sua madre, Elvira Dacrosa, proveniva da una famiglia venuta in Ciad da Basilicotta, una zona povera chiamata “La Botte” situata tra Buglia e la Calabria.

Una tradizione spesso trascurata

In un’intervista a French Culture in France nel 1979:

Prima ha cantato canzoni italiane, (…), mia madre. Avevo una raccolta di queste canzoni italiane. Poi tutti cantavano.

“Durante la sua prima intervista, Georges Prosence evoca il suo look italiano, che all’epoca non sembrava buono”, spiega Isabel Felici, “affermare di essere uno straniero è un modo per affermarsi al limite”. Smette di parlare. Forse di sua madre l’influenza è svanita”. Lui. “

Georges Presence non parla italiano

Autore di Richiesta di sepoltura a Seth Beach, Ha usato lo spagnolo sul palco, ma non ha mai cantato una canzone nella sua lingua madre! “Tuttavia era affettuosamente soprannominato ‘Italia’ e sebbene parlasse per lo più colloquialmente, doveva ancora capire l’italiano”. Dice Isabel Belize. “Forse è umiliante che non abbia osato usare il linguaggio di Tande.”

La sua musica non è stata influenzata dalla musica italiana

Il cantante ha dovuto immergersi nei testi e nei testi di Mesoziorno da bambino. Così stimolante da cercare indizi mediterranei nelle sue melodie. E questo solleva molte speculazioni. Ma Isabel Felici nota: “Georges deve aver ascoltato canzoni di artisti francesi di discendenza trascendentale (come Rina Getty) e Dino Rossi (corso ma italiano) e canzoni napoletane di Jazz e Charles. Ha detto:

Sono un inventore di musica.

Italia per la Privacy

Se Georges Presence avesse posseduto una parte dell’Italia, l’avrebbe tenuta per sé. Nella sua dieta, in particolare: “Non eravamo nel business della sua cameriera (Sophie Dvernoy), ma la cantante era nota per mangiare la pasta. Per prolungare la vita di questo piatto ed esprimere il suo affetto per Elvira ha regalato una ricetta di sua madre ad un’amica del ristorante. “

Inoltre, da bambino, se aveva per lo più “propri” amici francesi, poi ha trovato alcuni amici italiani: l’attore Lino Ventura, lo scrittore Louis Nussera, ma musicisti, un sarto, un liutaio di origine transilvana. esso. Georges Presenza Vide una certa intimità tra loro. 2, completa l’istruzione.

Vai oltre: