Novembre 30, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Francia: passa salute saltellante e marcia degli avversari

È teoricamente probabile che sabato circa 560.000 persone perderanno il permesso, ha detto venerdì sera il ministero della Salute all’AFP. Ma è difficile determinare il numero effettivo. Se escludiamo coloro che nel frattempo sono stati contagiati (il che allunga la corsia), circa 15,9 milioni di adulti avrebbero dovuto ricevere una dose di richiamo sabato, sette mesi dopo la precedente iniezione.

Ora è una condizione necessaria per conservare il passaporto. Secondo il ministero, circa 15,3 milioni di quelle persone erano andate via fino a giovedì. Ma ciò non significa che i restanti 560.000 perderanno i pass sabato. Mercoledì scorso, il ministro della Salute, Olivier Veran, ha spiegato che tra loro c’era “un gran numero di coloro che hanno contratto un’infezione” senza che ne sia stato informato nella domanda TousAntiCovid, che estende la validità del loro permesso.

A fine novembre, aprendo il bando a tutti i maggiorenni, il governo ha annunciato che sarebbe stata obbligatoria la proroga del permesso sanitario, che sarà presto sostituito dalla tessera vaccinale. Per gli over 65 e le persone con comorbilità, che hanno potuto raggiungere il richiamo a settembre, tale scadenza era il 15 dicembre. Secondo Olivier Veran, il 98% delle persone vaccinate di età superiore ai 65 anni ha ricevuto la dose di richiamo sette mesi dopo l’ultima iniezione. Il 15 febbraio, il termine per l’assunzione della dose di richiamo sarà aumentato a quattro mesi, non sette, dopo l’iniezione precedente.

Sabato, oltre al numero dei passaggi, sarà possibile contare anche gli oppositori di questo dispositivo, mentre la Camera dei Deputati, senza sorprese, ha adottato sabato in seconda lettura, dopo la notte, il controverso disegno di legge per convertire la tessera sanitaria in tessera vaccinale. dei dibattiti che proseguiranno in Senato. Come il sabato precedente, sono previste manifestazioni in tutta la Francia.

READ  Guerre en Ucraina: pourquoi l'Otan n'interviendra pas

Sulla scia delle dichiarazioni di Emmanuel Macron, sabato scorso le “molestie” ai non vaccinati hanno deciso di contare 105.200 manifestanti da parte del ministero dell’Interno in tutta la Francia, quattro volte più di 25.500 delle mosse precedenti, il 18 dicembre.