Maggio 17, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Corona Virus: è probabile che un raro effetto collaterale sia associato alla scoperta di due vaccini

Casi molto rari di mielite possono essere collegati ai vaccini AstraZeneca e Janssen. L’Agenzia Europea dei Medicinali ha richiesto la modifica del foglio illustrativo relativo a questi vaccini.

Tempo di lettura: 2 minuti

ilL’Agenzia europea per i medicinali (EMA) ha chiesto che il foglio illustrativo sui vaccini contro il coronavirus sviluppato da AstraZeneca e Janssen sia modificato per includere una notifica su casi molto rari di mielite trasversa potenzialmente collegati a questi prodotti, ha affermato venerdì. sito web. La procedura mira a sensibilizzare il personale medico e le persone vaccinate in modo che possano essere adeguatamente curate in caso di comparsa dei sintomi di questa condizione.

La mielite trasversa (TM) è una rara malattia neurologica caratterizzata dall’infiammazione di uno o entrambi i lati del midollo spinale. Può causare debolezza alle braccia o alle gambe, sintomi sensoriali (come formicolio, intorpidimento, dolore o perdita della sensazione di dolore) o problemi alla vescica o all’intestino.

Questa condizione si aggiunge agli effetti collaterali di frequenza sconosciuta per entrambi i vaccini.

Per entrambi i sieri, il comitato di valutazione dei rischi per la farmacovigilanza (PRAC) dell’EMA ha esaminato le informazioni disponibili sui casi segnalati a livello globale, compresi quelli segnalati al database europeo degli effetti collaterali. Conclude che una relazione causale tra il vaccino AstraZeneca e Johnson & Johnson da un lato, e la malattia dall’altro, è “almeno una possibilità ragionevole”. L’Agenzia europea aggiunge che l’equilibrio tra rischi e benefici di questi vaccini antivirali rimane a favore della vaccinazione.

Concretamente, gli operatori sanitari sono tenuti a vigilare sui sintomi associati alla mielite trasversa, al fine di consentire una diagnosi e un trattamento precoci. L’EMA consiglia alle persone che sono state vaccinate con uno dei prodotti e che mostrano sintomi compatibili con la malattia di consultare immediatamente un medico.

Ha concluso che l’EMA sta continuando a ricercare la questione e continuerà a perseguire ulteriormente se emergono nuove informazioni.

READ  Boris Johnson si confronta con una nuova foto compromettente