EVIDENZA Politica Salerno

Fai, porto di Salerno: “Stop alla sosta selvaggia”

La Fai, Federazione Autotrasportatori Italiani, denuncia la sosta selvaggia al porto di Salerno. Il segretario Punzi chiede con urgenza un tavolo tecnico

Nel corso della riunione del Comitato portuale che si è tenuta lunedì mattina, la Fai (Federazione Autotrasportatori Italiani) si è fatta portatrice delle istanze di diverse aziende dell’autotrasporto che hanno, ancora una volta, lamentato la difficoltà di muoversi in sicurezza all’interno del porto di Salerno. Tutto ciò per una viabilità resa difficile e rischiosa a causa del parcheggio disordinato di veicoli in sosta. “Il problema di viabilità è causato dal trasporto non accompagnato di semirimorchi in attesa di imbarco o sbarcati, lasciati lungo la tangenziale interna dello scalo salernitano e in alcuni punti cruciali per la corretta circolazione” ha affermato Angelo Punzi, segretario del Coordinamento Fai.

Spesso, in diversi momenti della giornata- ha proseguito Punzi –  vengono utilizzate, come parcheggio, tre delle quattro corsie disponibili lungo la principale arteria interna al porto (tangenziale), costringendo  così tutti gli altri ad utilizzare un’unica corsia, in entrambe le direzioni. Analogo problema si verifica sulle banchine all’interno delle aree in concessione. Non è la prima volta che riscontriamo queste difficoltà e più volte la Fai ha posto il problema di una corretta circolazione, che è l’unica garanzia di sicurezza. E’ un problema che va risolto subito, per garantire la sicurezza a tutti gli operatori all’interno dello scalo, anche in considerazione dell’incremento dei veicoli industriali coinvolti nella movimentazione delle merci, conseguente alla crescita dei traffici da e per il porto di Salerno”. Punzi chiede un invito ad un tavolo tecnico presso l’Autorità portuale in tempi brevi per siglare un impegno scritto che vincoli i diversi interlocutori al rispetto delle regole.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi