Maggio 17, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Eurovision: Belgio e Jeremy Makies si qualificano per la finale della competizione!

Tra i palloncini gialli della Finlandia (uno dei più grandi favoriti), le sirene cipriote, il torero rumeno e anche serbo che “fa incubi” agli spettatori, la “rete da pesca” sopra un Willy Wonka australiano o addirittura georgiano, questa seconda semi- anche la finale ha mantenuto le promesse con talento e kitsch. Una menzione speciale ai fan di Rodeo dei Metal Heads sammarinesi il cui cantante sembra essere “il figlio nascosto dei George Walker Texas Rangers”, come hanno detto Jean-Louis Lahey e Maureen Louise su RTBF, citando un messaggio di un utente.

Makizi: “Piccolo, ero considerato androgino”

Dopo il primo candidato si è qualificata l’Ucraina, ma anche la Moldova, la Lituania o anche la Daft Bank dalla Norvegia Martedì prima semifinaleGiovedì sera si è svolta la seconda semifinale della 66a edizione dell’Eurovision Song Contest. Delle 18 nazioni nella corsa podistica occasionale – il Belgio ha superato il 16° posto in serata – 10 nazioni sono riuscite a vincere Sesame nella finale di sabato. Il minimo che potremmo scrivere è che Jeremy MacKizzi, il nostro rappresentante belga, ha portato i nostri colori forte e chiaro e sapeva come fare Affrontare il suo problema di voce qualche settimana fa. Accompagnato dai suoi ballerini che lo hanno seguito dalla sua vittoria su The Voice Belgium Stagione 9, il portiere che è anche portiere di calcio – al Verton – ha segnato punti nella vita. L’uomo che si esibiva davanti a una stanza vuota durante la linea telefonica della RTBF – Covid commesso – non ha avuto paura del palco giovedì sera davanti a milioni di telespettatori. La sua clip e la performance sul suo soprannome Miss You – con oltre 1,3 milioni di visualizzazioni e una top 10 di lunga data del bookmaker – hanno colpito con la sua voce – “connessa alla sua anima” come diceva il suo ex allenatore, Scott di Mama PJ, e la sua presenza sul palco (giacca d’argento, coreografia pelosa). Posseduto dalla sua canzone, Miss, Jeremy McKeese ha dato tutto in questo “strappo” lirico. In breve, nessun difetto… nessun falso commento!

READ  Commenta le scene di sesso sont-elles tournées dans «Elite»? Gli attori equilibrati!

Jeremy si è formato nello studio musicale di… The Red Devil Jason Denayer

Nella sua foto trasmessa nel periodo di riscaldamento per la seconda semifinale di Eurovision, Jeremy McKeese ha dichiarato a RTBF. A soli 13 anni ha già superato il concorso locale The Voice Berchem e ha già suscitato scalpore. “Ma quando ti viene detto che sei un cantante, a 13 anni, sei visto come un ragazzo androgino e sensibile. Non ti senti bene ad essere considerato androgino”. E per aggiungere che ha trovato “è difficile accettare la mia strada. Al di fuori della mia famiglia, non volevo che la gente sapesse che so cantare”. Apprendiamo anche che prima di apparire in The Voice Belgium 9, era certo… Jason Denayer che credeva in lui. Il famoso Diable Rouge ha costruito il suo studio di musica a casa in modo da poter venire e cantare la sua voce lontano dalla vista.

A giudicare dai voti dello sconvolgente trio di presentatori – in nero (Alessandro Cattelan), giallo (Mica) e rosso (Laura Puccini) in tuta Eurovision? Insieme ai favoriti Svezia (primi 4 bookmaker dietro Ucraina, Italia e Inghilterra), nonché Repubblica Ceca, Azerbaigian, Polonia, Finlandia, Estonia, Australia, Romania e Serbia, il Belgio (menzionato per primo!) si è qualificato per la finale di sabato 14 maggio . Che continuerà a tenersi a Torino con 25 paesi in totale tra cui i Big Five che sono Francia, Spagna, Regno Unito, Germania e Italia. E… 12 punti per il Belgio?