Maggio 27, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Due sauditi, tra cui una donna, si preparano al lancio verso la Stazione Spaziale Internazionale | mondo

Due sauditi, tra cui una donna, si preparano al lancio verso la Stazione Spaziale Internazionale |  mondo

Una missione speciale organizzata da Axiom Space dovrebbe essere lanciata domenica alla Stazione Spaziale Internazionale (ISS), con i primi sauditi a bordo che si recheranno in questo laboratorio volante, tra cui una donna.

Rayana Barnawi e Ali Al-Qarni decolleranno a bordo di un razzo SpaceX Falcon 9 alle 17:37 ora locale (23:37 HB) dal Kennedy Space Center, in Florida.

Saranno accompagnati da altri due membri dell’equipaggio. A guidare la missione è Peggy Whitson, ex astronauta della NASA che è già stata tre volte sulla Stazione Spaziale Internazionale. L’uomo d’affari americano John Choffner lavora come pilota.

Trascorreranno circa 10 giorni a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), dove dovrebbero arrivare lunedì.

“Essere la prima donna astronauta saudita e rappresentare la regione, è un grande piacere e onore per me”, ha detto Rayana Bernawi, una scienziata di formazione, in una conferenza stampa questa settimana.

Ha detto che era entusiasta di parlare con i ragazzi della Stazione Spaziale Internazionale: “Essere in grado di vedere i loro volti quando vedono gli astronauti del loro quartiere per la prima volta è molto eccitante”, ha detto.

Il Paese vuole darsi una nuova immagine

Nella vita quotidiana di Ali al-Qarni, pilota di caccia. “Ho sempre avuto una passione per l’esplorazione dell’ignoto, ammirando il cielo e le stelle”, ha spiegato. “Quindi questa è una grande opportunità per me per perseguire quella passione, e questa volta per volare tra le stelle.”

Il paese ricco di petrolio ha già inviato uno dei suoi cittadini nello spazio in passato. Nel 1985, il principe saudita Sultan bin Salman ha preso parte a una missione americana.

READ  Coronavirus: l'OMS prevede una variante un nouveau più virulento nel 2022

Ma questo nuovo volo spaziale fa parte della strategia ultraconservatrice del regno per migliorare l’immagine del Paese, dove alle donne era ancora vietato guidare solo pochi anni fa.