Cava de' Tirreni EVIDENZA video

Domani in Italia la salma di Filippo Servillo. Il video dell’incidente

Torna domani in Italia la salma di Fillippo Servillo, il 22enne di Cava de’ Tirreni morto domenica sera in un tragico incidente in Olanda. I funerali fissati per giovedì 3 maggio alle 17:00. Nel frattempo maggiore chiarezza sulla dinamica dell’incidente. Il video.

La strada è bagnata. L’auto sbanda. Inizia una carambola, la peugeot sbatte prima sulle barriere dell’autostrada a sinistra, poi a destra. L’impatto è devastante. Due dei 5 ragazzi, una francese ed un italiano, vengono sbalzati fuori dall’auto. Tempestivo l’intervento dei mezzi di soccorso, come testimoniano le immagini diffuse dal portale bndestem.nl e riportate qui in cronaca. Condizioni disperate per la 18enne francese che, nonostante il ricovero in ospedale, muore poco dopo. Nulla da fare per Filippo Servillo, 22 anni, originario di Cava de’ Tirreni. Illesi gli altri tre, due francesi ed un italiano, Lorenzo Adinolfi, sempre di Cava de’ Tirreni, amico e coetaneo della vittima.

Secondo quanto appreso dai media olandesi, il conducente dell’auto, il 22 enne italiano, è stato inizialmente fermato dalla Polizia per verficare lo stato psico fisico e per accertare le reali cause dell’incidente. Stando a quanto appreso, un colpo di sonno e la strada bagnata le concause dell’incidente.

L’incidente si è verificato intorno alle 19:50 di domenica 29 aprile 2018 sulla A27 (autostrada 190 km che collega Breda, fino ad arrivare ad Almere) nei pressi di Oosterhout, sud dell’Olanda, a pochi kilometri da Breda. E non lunedì mattina come riportato nel nostro primo articolo. Secondo i testimoni oculari, riporta il Telegraaf, l’auto una Peugeot con targa francese, si è riversata sulla strada sbattendo prima sulla barriera di sicurezza a sinistra e successivamente a destra della strada. Due passeggeri, la francese e Filippo Servillo sono stati sbalzati fuori dalla macchina. La 18enne è morta poco dopo in ospedale, Filippo purtroppo è morto sul colpo. I cinque ragazzi stavano tornando a Parigi dove vivevano dopo una piccolo viaggio ad Amsterdam.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi