Novembre 30, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Disturbi dell’equilibrio sotto gli occhi della NASA

Braccia incrociate, Noemi, 39 anni, si fa avanti coraggiosamente. La giovane appoggia il tallone sul piede opposto e cammina passo dopo passo lungo una linea tracciata sul pavimento. I ricercatori hanno notato quanti passi hanno fatto senza esitazione. Poi Noémie ripete l’esercizio con gli occhi chiusi, che è pura sfida. Ondeggiava molto, i due sperimentatori la sorvegliavano in allerta.

Questo test è un classico test per valutare i disturbi dell’equilibrio. Noémie gli si è presentato nei locali dell’Università di Caen, all’inizio di ottobre, dove sono stati raccolti una trentina di pazienti volontari, provenienti da tutta la Francia. Per quattro giorni, una serie di esami ha permesso ai ricercatori di valutare il loro equilibrio posturale, la loro capacità di camminare in presenza di ostacoli, la loro percezione di angoli, distanze e tempo e la loro capacità di risolvere vari compiti cognitivi. La loro densità ossea è stata misurata e il loro cervello scansionato mediante risonanza magnetica (MRI). tutti loro Lui, come Noémie, soffre di un deficit dell’apparato vestibolare.

Esame Fukuda all'Università di Kaen, 7 novembre 2022.

apparato vestibolare? Un sesto senso sconosciuto. Tuttavia, svolge un ruolo importante nel mantenere il nostro equilibrio, la stabilità del nostro sguardo e il nostro orientamento nello spazio. La sensazione di accelerazione o decelerazione dell’ascensore, la sensazione di una curva estrema in macchina sono tutte sensazioni a cui lo dobbiamo. Interferisce ancora – ma, qui, il suo modo di lavorare è più misterioso – nella nostra percezione del tempo, nel ritmo delle nostre secrezioni ormonali, nella qualità del nostro sonno, nella densità delle nostre ossa…

sebbene, “Siamo consapevoli della sua presenza solo in alcuni stati ‘morbosi’, come mal di mare, intossicazione da alcol e vertigini”E il Segnalato, nel 2006, due ricercatori del Collège de France, Werner Graf e François Clam. È perché questa piccola gemma di precisione, perfetta illustrazione delle capacità ingegneristiche della natura, si è conficcata nel labirinto delle nostre orecchie, nascosta alla vista?

READ  COVID-19: Informazioni sull'effetto mitigante di una buona dieta

Una varietà di sensori

Guardiano del nostro equilibrio, l’apparato vestibolare non funziona da solo. Ha due importanti alleati: il sistema visivo e la propriocezione. Un settimo senso, da parte sua, mobilita un gruppo di sensori sensibili per lo stretching e la pressione, dispiegati sui nostri muscoli, tendini e legamenti. Queste guardie sepolte trasmettono al cervello i dati sulla posizione delle diverse parti del nostro corpo. Alla fine, il nostro cervello integrerà i messaggi di questi tre sistemi: il vestibolo, il sistema visivo e la propriocezione. E sarà convertito, dopo un calcolo intelligente, in informazioni coerenti. Per esempio, “ Il corpo è eretto, la testa è inclinata a destra..

Hai ancora l’83,57% di questo articolo da leggere. Quanto segue è riservato agli abbonati.