Aprile 18, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Diffondere la teoria del cambiamento climatico è una bufala”: scioccanti i repubblicani americani:

“Diffondere la teoria del cambiamento climatico è una bufala”: scioccanti i repubblicani americani:

L’argomento ha portato a uno degli scambi più potenti della discussione, a cui i relatori hanno risposto dopo 20 minuti: “Se pensi che il cambiamento climatico sia causato dalle attività umane, alzi la mano”, hanno chiesto gli otto candidati bianchi alla presidenza. una casa.

Il governatore della Florida Ron DeSantis, che attualmente è secondo nei sondaggi d’opinione dietro Donald Trump, ha tagliato fuori la domanda, lasciando i candidati liberi di tenere le mani basse indipendentemente dalla loro vera risposta. Ma uno di loro, l’uomo d’affari Vivek Ramaswamy, che beneficia della crescita dei sondaggi d’opinione, ha colto l’occasione.

“La propagazione della teoria del cambiamento climatico è una bufala”, ha detto. “La realtà è che muoiono più persone a causa delle cattive politiche climatiche che a causa del cambiamento climatico stesso.”

Poco prima aveva chiesto di “liberare il potenziale energetico dell’America”, in particolare “bruciando carbone”.

Il presidente democratico Joe Biden ha subito risposto su X (ex Twitter): “Il cambiamento climatico è reale”.

Le reazioni si sono intensificate tra gli esperti di clima.

Michael Mann, un rinomato scienziato del clima presso l’Università della Pennsylvania, ha affermato che il Partito Repubblicano “non è solo una minaccia per la nazione, ma per il pianeta”.

Definendo lo spettacolo “il peggiore della politica”, il gruppo Climate Force ha notato che Vivek Ramaswamy è stato fischiato dal pubblico dopo aver pronunciato la parola “truffa”. L’organizzazione ha affermato che “i repubblicani affronteranno le conseguenze del loro rifiuto” alle urne.

Christopher Barnard, presidente dell’American Conservation Alliance, ha osservato che “i giovani americani, tra cui l’88% dei conservatori, vogliono un piano d’azione contro il cambiamento climatico”.

READ  La guerra in Ucraina: una massiccia nuova ondata di attacchi russi

Al contrario, questa organizzazione di destra ha elogiato le dichiarazioni dell’unica candidata repubblicana, Nikki Haley.

“Il cambiamento climatico è reale? Sì, lo è”, è stata l’unica ad ammettere. “Ma se vogliamo davvero cambiare l’ambiente, dobbiamo iniziare dicendo a Cina e India che devono ridurre le loro emissioni.”

La professoressa Farhana Sultana della Syracuse University ha criticato questa posizione, accusando il candidato di voler sottrarsi alle responsabilità accusando altre forze.

Secondo i dati dell’Agenzia internazionale per l’energia, la Cina emette ogni anno più del doppio della quantità di anidride carbonica degli Stati Uniti, ma le emissioni pro capite sono molto più elevate negli Stati Uniti, che storicamente hanno anche emesso più anidride carbonica della Cina.