Novembre 28, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Di fronte a un’inflazione “troppo alta”, la Banca centrale europea effettua il più grande aumento dei tassi da oltre 20 anni

Dati i record di inflazione, la Banca centrale europea (BCE) ha accelerato l’inasprimento della sua politica monetaria decidendo di aumentare i tassi di interesse su una scala senza precedenti. Il Consiglio dei governatori dell’Istituto monetario ha deciso di aumentare i tassi di interesse di riferimento di 75 punti base, per la prima volta in due decenni, a parte un adeguamento tecnico nel 1999.

A titolo di riferimento in un contesto di ampia liquidità, il tasso sui depositi bancari della BCE è sceso a luglio da -0,5% a 0%, salendo così allo 0,75%.

Gli altri due tassi principali, il primo applicato alle banche sulle operazioni di rifinanziamento nell’arco di diverse settimane e l’altro rivolto alla linea di prestito a margine giornaliera, vanno rispettivamente all’1,25% e all’1,50%. L’aumento dei prezzi dovrebbe incoraggiare il risparmio e ridurre i consumi per ridurre la pressione sui prezzi.

lo spettro dell’inflazione

La Banca centrale europea ha anche annunciato che l’inflazione nell’area dell’euro rimarrà “Molto forte” su di me “periodo esteso”dopo aver aumentato drasticamente le previsioni di aumento dei prezzi per il 2022 e il 2023 a causa dell’impennata dei prezzi dell’energia legata alla guerra in Ucraina.

La società ora prevede un’inflazione dell’8,1% nel 2022, rispetto al 6,8% di giugno. Nel 2023 e nel 2024 i depositari dell’euro si aspettano rispettivamente il 5,5% e il 2,3%, che è ancora al di sopra dell’obiettivo del 2%.

energia di fondo

“Avevamo punti di vista diversi sul tavolo, una discussione approfondita, ma il risultato delle nostre discussioni è stata una decisione unanime”Me Lagarde ha detto durante la conferenza dopo la riunione di politica monetaria. “Per coloro che continuano a dire che la Bce è molto indietro, direi che siamo su un percorso iniziato a dicembre”.

READ  «Les clients trouveront des offertes intéressantes à des prix fortement réduits»

Ma si è attenuato, indicando che i tassi di interesse della Banca centrale europea rimangono stabili “lombo” da quale livello “Aiuterà a ridurre l’inflazione al 2%”. Di conseguenza, il seguente aumenta, che Dipenderà dai dati. economico “Deve essere di dimensioni tali che ci avviciniamo l’uno all’altro più rapidamente”. Ha aggiunto dopo una riunione del Consiglio dei governatori, confermandolo “Continueremo ad aumentare i tassi di interesse”.

Ha anche affrontato la “recessione” che minaccia l’eurozona per l’anno 2023 in caso di “taglio totale” spedizioni di gas russe. un ‘scenario pessimista’ Previsioni preparate dall’istituto monetario, Compreso il taglio completo delle forniture di gas russe.in anticipo “Recessione 2023”Lei disse. “Abbiamo quasi finito” Dopo la chiusura del gasdotto Nord Stream, ha aggiunto la signora Lagarde. Il Presidente ha anche riconosciuto che sono stati commessi errori a livello di Banca centrale europea. “Abbiamo commesso errori nelle previsioni, come hanno fatto tutte le istituzioni internazionali e come hanno fatto la maggior parte degli economisti, perché è quasi impossibile anticipare e includere nuovi modelli come il Covid, la guerra in Ucraina e il ricatto energetico”.disse la signora Lagarde, entrando “Assumersi la responsabilità”.