Febbraio 3, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Corruzione al Parlamento europeo: Roberta Metsola ha scelto di soggiornare in un hotel di lusso

Roberta Metsola, presidente del Parlamento europeo, è stata scelta per soggiornare in un hotel di lusso in Francia. Questo soggiorno in Borgogna è stato pagato dall’Unione del vino.

Tempo di lettura: 2 minuti

ilLa presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola è stata interrogata sabato durante il suo soggiorno in un lussuoso hotel francese. Politico ha rivelato il giorno prima che la Federazione francese del vino ha pagato il conto per questo soggiorno in Borgogna. Il portavoce della sig.ra Mitsola ha confermato le informazioni al DPA.

La visita è stata annunciata dal presidente del Parlamento la scorsa settimana, in seguito all’arresto a dicembre del vicepresidente del Parlamento europeo Eva Kayli con l’accusa di corruzione, riciclaggio di denaro e legami con la criminalità organizzata.

Tuttavia, Roberta Metsola non ha indicato di essere stata accompagnata dal marito durante il suo soggiorno.

Secondo le regole del parlamento, avrebbe dovuto già indicare i suoi programmi di viaggio a novembre. Secondo Politico, la signora Metsola, di Malta, e suo marito sono stati ospitati presso l’hotel a cinque stelle Le Cep di Beaune, con una sontuosa cena di cinque portate.

Non è noto se Roberta Metsola sarà soggetta alle sanzioni. Teoricamente, le sanzioni possono essere imposte anche se non esiste un meccanismo automatizzato e la responsabilità di gestire la questione spetta al… Presidente del Parlamento.

125 regali negli ultimi 12 mesi

Mitsola ha anche rivelato di aver ricevuto 125 regali negli ultimi 12 mesi. Quadri, vasi, libri, champagne… gli oggetti sono stati registrati nel fascicolo del Parlamento il 12 gennaio. Di norma, i regali devono essere annunciati entro la fine del mese in cui sono stati ricevuti.


Leggi anche
Corruzione all’Europarlamento: il pentito Panziri accusa Trabella

Il presidente riceve doni a nome della fondazione. Il suo portavoce ha detto che non li tiene.


Leggi anche
Corruzione al Parlamento europeo: dietro le quinte lo scandalo sulla bocca di tutti

A parte Metsola, dall’inizio del 2020 solo una manciata di parlamentari ha rivelato regali nel registro ad hoc. Il suo predecessore, David Sassoli, non ha annunciato alcun viaggio o regalo sul sito web del Parlamento europeo durante il suo mandato.

READ  "Dovrebbe rispondere dei suoi errori e chiedere scusa al Paese".