Novembre 26, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Corruzione al ministero della Salute: di nuovo Remy Lamma davanti al Centro Riforme e Riesame Amministrativo

Giovedì 10 novembre 2022 è proseguito il processo al medico di base Remy Lamme dinanzi al Tribunale per la repressione dei reati economici e finanziari (CRIEF). L’ultimo ministro della Salute del presidente Alpha Conde è a processo con SOGUIMAP SARL per presunti atti di corruzione nell’affidamento, esecuzione, controllo e complicità di appalti pubblici. Un giornalista di Guineematin.com, presente, ha subito notato che l’ex ministro aveva tentato ancora una volta di convincere la camera di governo del CRIEF di non essere colpevole delle accuse.

In questo caso, il generale in pensione Rémy Lamah è perseguito per un contratto da 102 miliardi di franchi guineani firmato a maggio 2020 con SOGUIMAP. Contratto per la fornitura di prodotti farmaceutici per ostetricia e neonati nelle strutture sanitarie della Guinea. Durante il suo primo mandato alla guida del Ministero della Salute e dell’Igiene, questo contratto viene attualmente assegnato (102 miliardi di franchi guineani) a ZMC SA, nel dicembre 2015.

Ma quando è stato nominato per la seconda volta ministro della Salute e dell’igiene pubblica, ha ritirato il contratto per cederlo a SOGUIMAP SARL. Secondo l’accusa, il ministro ha rinunciato per motivi di corruzione e ha assegnato l’appalto a un’altra società. Accuse respinte del tutto dal medico di base, Remy Lamma. Secondo lui, non ha violato il contratto firmato con ZMC SA (potrebbe già essere risolto) e non ha violato alcuna regola nell’affidare l’appalto a SOGUIMAP.

“Quando sono tornato al dipartimento sanitario nel 2019, ho scoperto che il contratto che avevo firmato per conto dello Stato con ZMC SA era scaduto. Perché nel suddetto contratto si affermava che era per un periodo di 36 mesi, non -rinnovabili Inoltre, ho notato che vi era, nell’esecuzione del contratto, falsità e uso di falsi per iscritto da parte della società beneficiaria, ZMC SA.

READ  Il rover ExoMars ha completato con successo il suo primo corso: il grande inizio è in arrivo

Poiché c’era l’urgenza di rifornire di farmaci per ostetricia e neonato tutte le strutture sanitarie pubbliche del Paese, scrissi subito all’allora ministro dell’Economia e delle Finanze, Mamadi Camara, di terminare il contratto con ZMC per avviare un nuovo bando per fare in modo che non ci fosse carenza di prodotti nei centri medici. Dopo questa richiesta, abbiamo tenuto una riunione tecnica sulla questione.

Ma ZMC non ha rispettato i risultati di questo incontro. Dopo questo incontro, invece di onorare quanto detto, ZMC viene a chiederci ordini di acquisto, come se avesse ancora il diritto di proseguire con il suo contratto già scaduto. Sono andato subito a incontrare il Presidente della Repubblica (Alpha Conde, ndr) per informarlo.

A sua volta, ha incaricato il Primo Ministro (Kasuri Fofana, ndr) di riunire le varie parti coinvolte in questa questione, di risolvere le divergenze e di informarlo dei passi rimanenti. Dopo tutti i passaggi il presidente del Consiglio ha disposto la risoluzione del contratto. Questo è il modo in cui ho fatto e ri-offerta, la società ha ottenuto il nuovo contratto.

L’articolo 10 del contratto che lascia il Ministero della Salute a ZMC SA prevedeva tre possibilità di risoluzione di eventuali controversie. Si tratta di composizione amichevole, arbitrato e ricorso alla magistratura. In risposta ad una domanda su questo punto, la convenuta ha affermato che ciò è stato rispettato nella risoluzione del contratto.

“Ci siamo incontrati per risolvere il problema (amichevole) ma ZMC ha ritenuto che il suo contratto fosse ancora in fase di verifica in quanto la durata del contratto era di 36 mesi, rinnovabile due volte. Quindi non eravamo d’accordo. Per quanto riguarda l’arbitrato, ha sequestrato l’autorità politica suprema, il Presidente della Repubblica, al quale spiegavano le relazioni Sfortuna nell’esecuzione del contratto.

READ  SAGESSE : Des force differenti chez les femmes et chez les hommes

Ha chiesto che il problema fosse risolto sotto l’arbitrato del Primo Ministro. Per quanto riguarda il ricorso legale, ho chiesto ai miei consulenti legali di occuparsene, ma viene fatto verbalmente. non più mio. “Non so se ci sono azioni legali o meno contro la società perché non sono responsabile di ciò”, ha detto l’ex ministro.

Remy Lamme è stato anche interrogato sulla procedura di aggiudicazione dell’appalto per SOGUIMAP. In circostanze normali, prima della firma del contratto dovevano essere presi due contatti con i media. È stato necessario pubblicare il bando per l’assunzione di una nuova società su tre testate nazionali e altre tre internazionali, per poi pubblicare un annuncio prima dell’aggiudicazione su queste sei testate ufficiali.

A questo livello, l’ex ministro della Salute e dell’igiene pubblica ha indicato di essere stato informato di un solo rilascio. Dopo aver ascoltato l’imputato principale nella causa, il tribunale ha rinviato la causa al 22 novembre 2022 per ulteriori udienze.

Mamadou Laafa Sow per Guinea.com