Gennaio 22, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Corona virus in Germania: saranno imposte severe restrizioni ai non vaccinatori

Giovedì Angela Merkel ha annunciato che la Germania ha deciso di inasprire le restrizioni sulle persone che non erano state vaccinate contro il Covid-19, imponendo loro il confinamento virtuale, senza accesso a negozi, ristoranti, luoghi culturali o ricreativi non necessari.

Queste nuove misure sono state prese dopo un incontro tra la cancelliera uscente e il suo successore Olaf Scholz ei leader delle 16 regioni del Paese. Hanno anche confermato che il disegno di legge sulla vaccinazione obbligatoria, sostenuto sia da Schulz che da Merkel, sarà presentato al Parlamento per l’entrata in vigore a febbraio o marzo.

Le persone non vaccinate sono già soggette a diverse settimane di restrizioni all’accesso alla vita pubblica, ma le regole variano e non coprono tutte le aree.

Il nuovo sistema impedisce loro in tutto il Paese di accedere a bar, ristoranti, teatri, cinema, teatri e sport, oltre a negozi non essenziali e mercatini di Natale.

Ora devono anche limitare i loro contatti, in casa o fuori, ad un massimo di altre due persone di un’altra casa.

Prima dell’incontro, il ministro della Salute uscente, Jens Spahn, aveva etichettato un dispositivo per “contenere, per così dire, persone non vaccinate”.

La Germania ha vaccinato il 68,7% della sua popolazione e l’80% degli adulti.

Le nuove restrizioni riguarderanno anche l’intera popolazione: la partecipazione ai grandi raduni, come le partite di calcio tedesco, deve essere limitata al 30% della capacità totale.

I club e le discoteche saranno nuovamente chiusi nelle aree in cui il tasso di infezione settimanale supera 350, o nove regioni su 16, inclusa la capitale Berlino, poiché la vita notturna fatica a riprendersi dai precedenti blocchi legati alla pandemia.

READ  Austria: da lunedì reclusione per chi non è vaccinato

Se la situazione sanitaria si stabilizza negli ultimi giorni, rimane allarmante a livello globale, con decine di migliaia di casi aggiuntivi ogni giorno, il tasso di infezione nazionale che si avvicina a 440 e molti ospedali sull’orlo della saturazione.

“Il carico di lavoro negli ospedali a volte sta raggiungendo i suoi limiti”, ha detto Merkel di queste misure. E ha chiesto “solidarietà nazionale per ridurre il numero di feriti”.

Parlando di una situazione sanitaria “molto difficile”, Olaf Scholz, che mercoledì prossimo sarà eletto in parlamento, ha affermato che “la prima cosa da fare è convincere chi non l’ha ancora fatto a vaccinarsi”.