Maggio 16, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Come evitare la contaminazione da CMV durante la gravidanza?

Cos’è il citomegalovirus (CMV)?

il Citomegalovirus appartiene alla famiglia herpes (Virus dell’herpes). “Fa parte della stessa famiglia di virus ulcerazione (Virus Herpes simplex) responsabile di varicellaLa dottoressa Kristel Volup Floss conferma. Se l’infezione da CMV più spesso benigno, può trasformarsi in quello pericoloso per il feto quando si contrae Durante la gravidanza ».

Scienza delle epidemie

il Citomegalovirus È un virus diffuso. In Francia, il tasso di sieroprevalenza è vicino, cioè alla percentuale di persone infettate da questo agente infettivo 50% della popolazione Generale. “Ci sono due picchi principali di infezione: durante la prima infanzia e l’adolescenza”, spiega il virologo. Le donne più a rischio sono quelle senza immunità e quelle che vivono a contatto con bambini piccoli.

Qual è la modalità di trasmissione di CMV?

il transizione Principalmente fatto da saliva, il fare pipì, il secrezioni nasali e il Lacrimas durante uno stretto contatto con la persona infetta. “Il virus si trasmette molto facilmente tra i bambini per contatto diretto o attraverso giocattoli, ciucci e cucchiai, quindi la futura mamma può essere contaminata. Leccare un cucchiaio di yogurt La dottoressa Kristel Fallopfloss spiega al suo bambino di non lavarsi le mani dopo averla cambiata. Il virus può essere trasmesso anche durante il contatto sessuale con un partner infetto. Tuttavia, una donna incinta infetta da CMV ha 50% di rischio per trasmetterlo al suo futuro figlio. Con una prevalenza tra lo 0,3 e l’1%, l’infezione da CMV è la causa più comune di infezione congenita, conferma l’Accademia di Medicina. Si verificano complicazioni neurologiche e uditive di gravità quasi variabile dal 17 al 19% Per tutti i neonati affetti.

READ  La malattia del Nobel, quand les scientifiques déraillent

Quali sono i sintomi del citomegalovirus?

in circa 50% dei casie Infezione da citomegalovirus è essere Nessun sintomo visibile Ciò significa che non dà sintomi. In caso contrario, risulta in tag non specifici come:

  • fatica,
  • febbre,
  • mal di gola
  • dolore muscolare,
  • male alla testa,
  • Linfonodi ingrossati.

Nelle donne in gravidanza, può provocare sintomi di infezione da CMV sindrome influenzale : febbre, mal di testa, dolori muscolari. A volte notiamo danni al fegato in forme gravi “, assicura il virologo.

Per quanto tempo sei contagioso durante l’infezione da CMV?

Una persona con infezione acuta da CMV può avere previstoPer diverse settimane o addirittura mesi. Il virologo spiega: “Spesso i bambini piccoli si infettano, soprattutto mentre stanno nella scuola materna, per poi diventare fonti di contaminazione per gli adulti”.

Come tutti gli altri virus dell’herpes, Citomegalovirus Quindi continua nel corpo Stato latente per tutta la vita Può essere riattivato periodicamente.

Quali sono i rischi per una donna incinta?

In Francia, si stima Il 50-60% delle donne in età fertile è già stato in contatto con il CMV e ha l’immunità. ” D’altro canto, Questa immunità non è protettiva e Non previene l’infezione secondaria, insiste lo specialista. Tuttavia, il rischio di trasmissione al feto è indubbiamente molto inferiore rispetto al caso di infezione primaria da virus durante la gravidanza”. Nel caso di una donna incinta con un’infezione primaria, ha una possibilità su due di trasmettere il virus al feto.” Nel caso di circa l’85-90% dei casi, il feto non mostrerà alcun sintomo, nel 10-15% dei bambini infetti nell’utero possiamo trovare segni ritardo della crescita, A partire dal anomalie cerebrali o qualche Danno all’udito (Sordità)”, continua il dottor Volop Floss.

READ  La fine dell'espansione dell'universo arriverà presto

..e le conseguenze per il bambino in futuro?

L’infezione da CMV può essere pericolosa per un futuro bambino. Infatti, se la maggior parte dei bambini che sviluppano un’infezione asintomatica in utero (dall’85 al 95%) presenta un decorso normale, dal 5 al 15% può sviluppare sequele. “È difficile identificare la malattia congenita associata al CMV e la diagnosi non viene sempre fatta”, afferma la Società francese di microbiologia. L’infezione neonatale può essere grave e segni di infezione sistemica (porpora, insufficienza epatocitaria) con coinvolgimento neurologico (microcefaliae crampoe crampi). Questa forma grave, che colpisce meno del 5% dei neonati affetti, è complicata dalla morte del bambino nel 30% dei casi e, in caso di sopravvivenza, da gravi complicanze neurosensoriali come ritarda la mia mentee Sordità bilaterale e uno coroide dicendo questo malattie della retina “. Per quanto riguarda i neonati con infezione asintomatica, sviluppano sequele uditive o danni ai nervi nel 5-15% dei casi …

Attualmente ci sono n nessun vaccino Per prevenire l’infezione nelle donne in gravidanza. Per evitare la contaminazione con il virus durante la gravidanza, dipende il miglior metodo di prevenzione Semplici briciole di igiene :

lavati bene le mani dopo aver cambiato il pannolino del bambino o aver pulito il naso,

Evitare il contatto con la saliva Ad esempio, evita di bere o mangiare con gli utensili di tuo figlio; Evita di baciarla sulla bocca o di finire lo yogurt con il suo cucchiaino, ecc.

Quando un membro della famiglia è ferito, Non condividere gli stessi asciugamani.

Quando si fa l’esame?

Cosa fare se i sieri sono positivi?

Quando la sierologia mostra un’infezione recente con Citomegalovirus, in generale, a Test del liquido amniotico È suggerito quando l’infezione si verifica nella prima metà della gravidanza. Se il virus viene rilevato nel liquido amniotico, la madre sarà strettamente monitorata dal team di medicina fetale E l’ecografia mensile per rilevare eventuali anomalie nel feto.

Il rischio per il futuro bambino è maggiore quando l’infezione primaria si verifica all’inizio della gravidanza (nel primo trimestre), afferma il virologo. Se vengono rilevate anomalie, l’interruzione medica della gravidanza può essere accettata se i genitori lo richiedono.

qual è la cura?

attualmente, Nessun trattamento è stato validato durante la gravidanza. Solo misure igieniche possono prevenire la contaminazione da CMV. Ma secondo la Società francese di microbiologia, “sono allo studio due approcci terapeutici, uno basato sull’uso di antivirali (VACV) e l’altro sulla somministrazione di immunoglobuline specifiche”.