Luglio 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Neurologia: cos’è la sindrome dell’accento straniero?

Neurologia: cos’è la sindrome dell’accento straniero?

Immagina di svegliarti una mattina e parlare con un accento completamente diverso! Questo è più o meno ciò che accade alle persone con la sindrome dell’accento straniero. Di cosa si tratta?

Con solo 100 casi rilevati in tutto il mondo, la sindrome dell’accento straniero sta suscitando l’interesse della comunità scientifica. “Questo è un disturbo in cui il modo in cui parli cambia improvvisamente“La Cleveland Clinic spiega sul suo sito web.”Come suggerisce il nome, altri hanno l’impressione che parli con un accento straniero. Ciò indica che qualcosa sta interrompendo la tua funzione cerebrale“.”

Pertanto, è molto rara – fu descritta per la prima volta nel 1907 dal neurologo francese Pierre Marie – e questa sindrome può verificarsi dopo lesioni cerebrali, soprattutto dopo un ictus, un trauma cranico o anche una demenza vascolare.

Storia incredibile

Tra i casi denunciati da allora ricordiamo una storia risalente al 1941 raccontata da Istituto di Tecnologia del Massachussetts (con) : “Il 6 settembre, la città di Oslo occupata dai tedeschi fu attaccata dalla RAF. Una donna di 30 anni di nome Astrid è stata ferita alla parte sinistra della testa. Dopo diversi giorni, ha ripreso conoscenza (…) e il suo modo di parlare è cambiato, e le persone che l’hanno ascoltata hanno notato un accento vicino al tedesco“, che ha portato al suo rifiuto da parte dei suoi cittadini.

Cambiamenti di voce

Velocità della parola, articolazione, durata dei suoni o inflessioni… La difficoltà nel controllo di diverse parti della bocca può modificare in modo significativo la qualità della voce e dare l’impressione di un accento.

READ  ALMA sulla Via della Morte della Galassia con la Scoperta del Primo Quasar

Pertanto, casi documentati in tutto il mondo mostrano il passaggio da un dialetto giapponese a un dialetto coreano, dall’inglese al francese o da un dialetto americano a un dialetto britannico.

Una fonte di preoccupazione

Come spiega la Cleveland Clinic, la sindrome dell’accento straniero può avere gravi conseguenze sulla salute mentale di una persona, aprendo la porta alla depressione e all’ansia. Ciò può essere dovuto a vari elementi:

  • Sospetto da parte dei propri cari che si chiedono se la malattia e i sintomi siano reali;
  • Difficoltà nell’ottenere una diagnosi (a causa della rarità della patologia); È difficile ottenere una diagnosi perché questa malattia è così rara, il che significa che gli operatori sanitari potrebbero ignorarla o diagnosticarla erroneamente come un’altra malattia.
  • Paura di non essere compresi quando si cerca di comunicare…

Il trattamento, che può variare dalla terapia farmacologica alle sedute di logopedia, dipenderà dalle cause della sindrome.