Luglio 24, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Christian Benteke su Eden Hazard: “Era molto simile a lui in un mondo dove devi dare una certa immagine”

Christian Benteke su Eden Hazard: “Era molto simile a lui in un mondo dove devi dare una certa immagine”

Christian Benteke ha incontrato Eden Hazard durante le sue prime partite con la nazionale belga Under 17. All’inizio di maggio 2007 hanno partecipato agli Europei organizzati in Belgio. Sono stati eliminati in semifinale dalla Spagna di David de Gea, ma Hazard era già noto per il suo talento ed era bravissimo in quello che faceva.

Benteke, che ha trentacinque giorni in più, scopre l’Eden già spensierato, con il taglio triglia. “Quando eravamo nelle Nazionali giovanili, affrontavamo i nostri discorsi con tanti sogni in mente. Questi momenti restano i più importanti per me, perché rappresentano Eden così com’è. Ama il calcio, ma preferisce i momenti fuori dal campo. campo per creare connessione e amicizia. Abbiamo potuto condividere questi momenti tra i giovani e comunicare direttamente.

La squadra belga che ha perso in semifinale del Campionato Europeo Under 17 UEFA 2007 contro la Spagna, con Eden Hazard (10) e Christian Benteke (9). © Immagini Notizie

I due giocatori rimasero in contatto, facendo carriera in proprio, uno nel Lille, l’altro nei club belgi (Standard, Kortrijk, Mechelen e Genk), ma si ritrovarono nella Premier League inglese nello stesso anno, per l’estate del 2012. Sono diventati vicini di casa a Londra, quando Benteke ha firmato con il Cristal Palace nel 2016. Nelle loro conversazioni si parlava poco di calcio. “Ciò che mi ha sempre colpito di Eden è il suo atteggiamento “non mi interessa”. Ma è quello che rappresenta meglio. Non prendeva mai le cose troppo sul serio, era sempre rilassato, ma soprattutto era se stesso. Quando siamo rimasti in contatto abbiamo parlato un po’ di calcio. Abbiamo parlato di più della famiglia.

Ufficialmente: Eden Hazard chiude la carriera

Nawras

“Il suo atteggiamento del tipo “non mi interessa” è ciò che rappresenta meglio.”

Il passaggio di Hazard al Real Madrid non ha spezzato il legame, e Benteke spiega: “Quando si è infortunato, abbiamo discusso del suo ritorno e della sua partecipazione. Continuavo a dirgli: siamo nella piramide e noi, giocatori del mio livello, siamo nel mezzo della piramide, abbiamo dovuto lavorare come matti e soffrire. Sei in cima a questa piramide. Se non soffri adesso, quando soffrirai? Prendila come una sfida”.

READ  F1 Austria: la FIA prende molto sul serio gli incidenti pubblici e le aggressioni sessuali

Invitato a parlare del giocatore Eden Hazard, e di come lo ha monitorato, Christian Benteke ha così riassunto: “Il suo modo di giocare è il suo modo di essere, infatti. Forse è questo che lo ha ferito. (a Madrid)Nel senso che era troppo, in un mondo in cui sei obbligato a dare una certa immagine di te stesso. Nel miglior club del mondo devi essere furbo mentre lui stesso era troppo.

“Solo ieri avevi 20 anni”, “Può fare quello che vuole con i piedi”: la reazione dei club al ritiro di Eden Hazard (video)