Campania Cava de' Tirreni Lavoro video

Chiusure anticipate, Confesercenti Cava propone lo stop alla Tari

No alle mobilitazioni in piazza: “Non servono a nulla e mettono a rischio la salute dei cittadini”

Cava de’ Tirreni. Le preoccupazioni sanitarie vanno di pari passo con quelle di natura economiche. Le restrizioni ricadono su commercianti ed esercenti, mettendo a rischio l’economia cittadina.

Confesercenti Cava de’ Tirreni – ci fa sapere il Presidente di Confesercenti Cava de’ Tirreni, Aldo Trezza – è in continuo dialogo con l’Amministrazione comunale per trovare le misure più adeguate e nelle possibilità del Comune per dare respiro alle attività commerciali in sofferenza. Tra le proposte al vaglio, l’annullammento della teza e quarta rata della Tari per le utenze non domestiche e l’esenzione della Tosap”.

Per quanto riguarda le manifestazioni di protesta in piazza Trezza lancia un appello: “La crisi economica sta gravando pesantemente sulle attività commerciali, ma scendere in piazza per protestare non serve a nulla e soprattutto con i dati sui contagi che abbiamo in Città metterebbe a rischio la salute dei cittadini”.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi