Luglio 20, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Charles de Ketelier ancora in attacco: “Mi è piaciuto molto giocare da centravanti”

Charles de Ketelier ancora in attacco: “Mi è piaciuto molto giocare da centravanti”

Tre presenze di fila, ha già due gol e un assist al suo attivo. Aveva bisogno di ritmo, fiducia e soprattutto di aprire i suoi metri. Ormai è finita per Charles De Kittilari, che giovedì sera, dopo aver segnato un gol strepitoso per i Red Devils contro l’Estonia, ha confermato di essere effettivamente tornato.

Grazie al suo gran colpo di testa, l’ex giocatore del Brugge ha permesso all’Atalanta di dominare il Rakov Czestochowa nella gara d’esordio di Europa League. “Mi sento bene e voglio fare di piùHa commentato al microfono di Sky Sport, trascorrendo tutto il secondo periodo in un ruolo da vero attacco. Lo amavo così tanto. Sono partito a destra e nella ripresa sono passato a punta: posso giocare tutti e tre i ruoli in attacco.

Red Devils: come si spiega il ritorno in prima linea di De Ketellari? “Non ha perso le sue qualità”

Solo che questo sembrava andargli meglio. In Italia abbiamo già spiegato il suo fallimento a Milano con ““L’equivoco tattico è stato risolto da Gasperini”.. È vero che il belga ha parecchie allusioni al vero centravanti. “È un ottimo giocatore e una grande persona. Ha buoni piedi. Destra o sinistra, per lui è uguale ed è pronto anche nella testa.Lo conferma il suo collega olandese Teon Koopmeiners.

Nawras

“Hanno detto che non aveva molta personalità, ma era così.”

Con Gianluca Scamaca e Bilal Touré, entrambi infortunati agli Eskimos, De Kittilari sembra un buon sostituto di Luis Muriel come punta. Gian Piero Gasperini lo sta già paragonando a Josip Ilicic, trequartista di formazione che ha regolarmente assistito in attacco durante i suoi cinque anni (2017-2022) al club.

READ  Deborah la cassiera, Walter il libraio, Jean-Yves e Nadine: quando il padrone usa finti profili pensionistici e fa arrabbiare la sinistra

“Esatto, c’è una somiglianza con Josepha ammesso l’allenatore Dia. Ma Carlo È ancora un giocatore giovane a 22 anni e ha molto margine di miglioramento. La gente diceva che non aveva una grande personalità, ma era così. Ha personalità. Ha anche un fisico unico, poiché è alto e atletico. Ha tutte le potenzialità per essere decisivo”.

Anche se la stagione è ancora lunga, l’ex milanista ha comunque fatto punti importanti con la dirigenza del suo nuovo club che dovrà decidere se esercitare – o meno – l’opzione di riscatto del suo prestito a fine stagione. . . “Si è presentato come un grande professionista, parla italiano ed è molto intelligente. Ha grandi qualità, lo abbiamo seguito ma non riuscivamo a comprarle e ora siamo molto contenti che faccia parte di questo progetto.L’amministratore delegato di Sky Sports Luca Percassi era euforico.

Gasperini sotto l’influenza di De Citalieri dopo il nuovo gol: ‘Ha il potenziale per diventare grande’