calcio Cavese EVIDENZA Sport

Una cinica Cavese batte l’Aversa Normanna

Terza gara di campionato di serie D per la Cavese che batte in casa l’Aversa Normanna per 1 a 0.

Cava de’ Tirreni. Sotto una pioggia battente si è disputata una partita equilibrata ma molto nervosa al cospetto di un pubblico di circa 1000 tifosi che hanno festeggiato il secondo successo stagionale degli aquilotti. Non sono mancate le azioni di gioco ma di sicuro sono state inferiori rispetto alle 13 ammonizioni e le 4 espulsioni inflitte dall’ufficiale di gara, il sig. Rasia Massimiliano, che ha giocato il ruolo di “giustiziere integerrimo” della partita. Le due squadre non si sono risparmiate già dai primi minuti.

Primo Tempo

Gli ospiti al 5′ e al 12′ impegnano il portiere aquilotto Conti con due azioni pericolose, prima con Manfrellotti dall’area e poi Esposito di testa. La Cavese prova a costruire gioco ma non riesce a trovare spazi tra le linee dell’Aversa Normanna e il primo tempo si avvia a conclusione senza grandi emozioni. Al 41′ l’arbitro chiama fallo di reazione all’aquilotto D’Anna che è costretto a lasciare il rettangolo di gioco per doppia ammonizione, costringendo la Cavese a chiudere in inferiorità numerica il primo parziale.

Secondo Tempo

Nella ripresa stesso copione: gara accesa sul piano agonistico ma avara di emozioni. Al 9′ st ci prova l’aquilotto Manfrellotti a sbloccare il risultato e sugli sviluppi di un calcio d’angolo tira di poco fuori la palla. Ma al 20′ st è il capitano che sigla la rete della vittoria: cross di Rossi dalla destra per Di Deo che svetta sul primo palo e mette dentro il vantaggio battendo il portiere dell’Aversa. La mezzora finale è caratterizzata da un gioco sempre più duro e “la giacchetta gialla” responsabile della gara è costretto ad intervenire a suon di cartellini gialli (in totale 5 per la Cavese e 8 per l’Aversa Normanna), mentre al 33′ st ristabilisce la parità numerica con il secondo cartellino rosso rivolto a Marzano dell’Aversa; Ma non sarà l’unico, infatti sotto la doccia prima del termine della gara ci finiscono al 37’st Coulibaly (per proteste dalla panchina) e al 49′ st Felleca.  Nel finale è Conti il protagonista, costretto a parare i colpi di Guastamacchia e mantenendo in questo modo inviolata la rete.

Fine gara nervoso in tribuna. Patron Campitiello è costretto difendere, da parole poco eleganti, quattro giovanissimi dell’Aversa seduti in Tribuna.

Al termine della gara la vittoria della Cavese viene offuscata da “scaramucce” in tribuna tra il presidente della Cavese, Domenico Campitiello, e alcuni tifosi. A quanto pare il Patron avrebbe difeso alcuni giocatori dell’Aversa Normanna – poco più che maggiorenni – presenti in tribuna, dagli insulti dei tifosi locali.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi