Campania Cava de' Tirreni EVIDENZA Politica Salerno video

A 28 anni da Capaci, Murolo: “Chi amministra non può dimenticare”

“Se amministri una città non puoi dimenticare la figura di Giovanni Falcone”. Queste le parole di Marcello Murolo, candidato sindaco a Cava de’ Tirreni, nel giorno che ricorda la strage di Capaci che uccise il magistrato simbolo della lotta alla mafia, Giovanni Falcone, sua moglie e 3 uomini della scorta.

Oggi, dopo 28 anni, l’avvocato candidato sindaco, Marcello Murolo ha deposto un fascio di fiori sotto la targa che intitola la storica villa comunale di Cava de’ Tirreni a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Ad onor di cronaca, la corona di fiori è stata deposta a qualche metro dalla targa “Giovanni Falcone e Paolo Borsellino”, dato che sotto la stessa sono stati installati da tempo due bidoni della raccolta differenziata.

Un minuto di silenzio sottolineato dalla tromba, quindi l’applauso. Presente alla cerimonia anche l’europarlamentare della Lega, Lucia Vuolo.

Al termine, Murolo ha ribadito la necessità di riaprire immediatamente non solo lo sportello antiracket, ma anche di consentire un rapido riavvio delle attività del centro storico. “In questo momento di sbandamento, il racket, l’usura sono dietro l’angolo, riaprire solo uno sportello è certamente importante, ma noi dovremo fare ben altro”.

Aggiungi un commento

Cosa aspetti? Dicci la tua!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi