fbpx
Cava de' Tirreni EVIDENZA Politica video

Cava: ok al bilancio 2019. 120mila euro alla cultura, mutui per stadio, strade e debiti

Più soldi per la cultura, circa 120 mila euro, mutui per saldare i debiti al dicembre 2018 e per i lavori a via Gaetano Cinque, oltre a quello con il Credito sportivo a tasso zero  contratto per i lavori allo stadio “Simonetta Lamberti”.

Sono queste le novità che emergono dalla seduta di consiglio comunale tenutasi ieri pomeriggio che ha visto l’assise cittadina esprimersi in merito all’approvazione del bilancio preventivo.

“Un bilancio di previsione serio – ha commentato il sindaco Vincenzo Servalli – che presta attenzione al sociale, al mondo produttivo, alle piccole e medie imprese, al commercio, all’artigianato, all’ambiente e alla cultura. È un bilancio che ci consente di guardare con serenità ai conti del Comune per i prossimi anni e rappresenta il viatico per chiudere bene l’ultimo anno di mandato amministrativo, ma anche per fare un ponte per il successivo quinquennio, rispetto al quale dobbiamo portare a compimento progetti e programmi che abbiamo impostato in questi anni”.

Tuttavia, non sono mancate le polemiche nell’ambito della discussione in merito all’approvazione del programma triennale dei lavori pubblici che in larga parte ha riguardato la questione Palaeventi.

Sui conti l’assessore al Bilancio, Adolfo Salsano, ha parlato di una sistemazione delle casse comunali che «quattro anni fa erano in condizioni ben diverse». «Anche quest’anno – ha precisato Salsano – è stato difficile redigere questo documento. Quel che c’è da evidenziare è la corretta politica di recupero dell’evaso che sommata ai 3 milioni di alienazioni ci ha permesso di lasciare inalterati i fondi destinati ai servizi sociali e alla persona e aumentare quelli destinati alla cultura a cui possiamo segnare un più 120 mila euro. Contestualmente abbiamo contratto il mutuo con il Credito Sportivo necessario per effettuare i lavori allo stadio comunale “Simonetta Lamberti” (circa 1 milione e 200 mila euro) che ci consentirà l’adeguamento dell’impianto e l’iscrizione della Cavese al campionato 2019/2020 di Serie C».

Lamberti: “Cava Capitale della cultura italiana 2022”

Nel corso dell’assise cittadina, inoltre, il vice sindaco Armando Lamberti ha annunciato i prossimi progetti del suo assessorato. Il primo, previsto già dal prossimo mese di maggio, e che vedrà la nascita degli Stati Generali della Cultura. A seguire, l’istituzione di una Fondazione per la Cultura e in ultimo, la candidatura di Cava a Capitale della cultura italiana 2022.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi