Avellino Campania Cronaca EVIDENZA

Casalbore: i Finanzieri sequestrano una discarica abusiva

Casalbore

A Casalbore, provincia di Avellino, la Guardia di Finanza ha sequestrato una discarica abusiva di rifiuti speciali pericolosi

Avellino – A Casalbore, nella mattinata del 16 marzo, la Guardia di Finanza della Compagnia di Ariano Irpino, ha individuato una vasta superficie di circa 18.000 mq, facente parte di un opificio abbandonato in uno stato di totale degrado, illecitamente adibita a discarica abusiva. Dall’ispezione del sito, è stato possibile constatare la presenza di varie tipologie di rifiuti speciali, quali carcasse di attrezzature in metallo di grandi dimensioni, fusti contenenti prodotti liquidi di varia natura a diretto contatto col terreno, enormi cisterne senescenti in metallo, copertoni di veicoli, cumuli di conglomerati bituminosi e persino una colonnina per la distribuzione di carburante. Tra i rifiuti pericolosi, anche diverse canne fumarie e pannelli in eternit. Il materiale rinvenuto è stato probabilmente accumulato, in modo illecito, allo scopo di evitare gli onerosi costi richiesti per il regolare smaltimento nelle discariche autorizzate. Questa pratica, oltre a deturpare gravemente il territorio, specie se svolta all’interno di aree extraurbane, può provocare irreparabili contaminazioni del suolo ed alle falde acquifere sottostanti, costituendo un grave rischio per la salute. Per contenere il rischio di inquinamento, i Finanzieri hanno quindi proceduto al sequestro dell’intera area, al fine di attivare le procedure presso gli enti preposti e consentirne la successiva bonifica. i proprietari dei terreni su cui si estendeva la discarica sono stati deferiti alla Procura della Repubblica di Benevento e dovranno ora rispondere dell’illecito sversamento dei rifiuti e dei gravi reati ambientali connessi.

laRed TV





Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi