Maggio 26, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

C3 Aircross: dopo Dacia Sandero, Citroen compete con Jogger e Duster

C3 Aircross: dopo Dacia Sandero, Citroen compete con Jogger e Duster

Citroën cerca da anni di strappare quote di mercato alla Dacia, che è diventata uno dei marchi più apprezzati in Europa. Ricordiamo la C4 Cactus e la C-Elysée, che non hanno mai dovuto preoccuparsi della Dacia Logan.

Pubblicità I tuoi contenuti continuano di seguito

Ma Citroën potrebbe aver trovato la ricetta per il successo nel mercato delle auto a basso costo. Per la quarta generazione della C3 il marchio stesso si è affidato alla versione della sua city car prodotta in India e Brasile. La versione europea utilizza la piattaforma Smart Car sviluppata inizialmente per i mercati emergenti. Citroën ha però completamente rivisto la sua versione per adattarla agli standard europei e la versione europea della nuova C3 sarà prodotta in Slovacchia.

Inoltre, la nuova C3 offre una nuova versione elettrica, la ë-C3. Quest'ultimo, come il modello termico, è disponibile a prezzi molto competitivi. Citroën poté così finalmente realizzare le sue ambizioni di competere con Dacia. Dobbiamo ancora provare le nuove C3 ed ë-C3 per verificare se ne hanno davvero i mezzi.

La più grande C3 Aircross ha sette posti

Sebbene la quarta generazione della C3 presenti linee prominenti, Citroën ha sviluppato parallelamente anche una nuova C3 Aircross. Il SUV cittadino di seconda generazione utilizza la stessa ricetta della sorella minore ed è quindi un derivato della C3 Aircross prodotta in India e Brasile.

Inoltre, questa nuova versione cresce notevolmente fino a raggiungere i 4,39 metri, 23 cm in più rispetto alla generazione precedente. La C3 Aircross è ora più grande della Dacia Duster, ad esempio con i suoi 4,34 metri.

Pubblicità I tuoi contenuti continuano di seguito

Citroën C3Aircross2

Il design riceve un trattamento simile alla C3, a cominciare dal nuovo logo del marchio. Se le proporzioni rimangono le stesse della versione prodotta in India e Brasile, quasi tutte le parti visibili sono sagomate. I più attenti noteranno le somiglianze con la nuova Opel Frontera, che è solo la cugina tecnica della nuova C3 Aircross.

La parte posteriore della Citroen ë-C3 Aircross

Citroën deve ancora sfoggiare gli interni del suo SUV, che immaginiamo vicini a quelli della nuova C3 per l'anteriore. Sappiamo però che offrirà una nuova versione a sette posti, che le permetterà di competere con la Dacia Jogger. D’altro canto, i numerosi aspetti pratici della precedente C3 Aircross, come la panca scorrevole e gli schienali reclinabili, potrebbero non essere tutti mantenuti.

I motori sono benzina, ibridi o elettrici

Sotto il cofano della C3 Aircross di seconda generazione troveremo motori benzina e ibridi che non sono stati ancora dettagliati. Dovrebbe trattarsi logicamente del blocco 1.2 PureTech, con e senza ibridazione a 48V, e verrà offerta anche una versione 100% elettrica, ma ancora una volta senza ulteriori dettagli sulla sua configurazione tecnica. La ë-C3 è dotata di una batteria LFP da 44 kWh, che alimenta un motore elettrico da 83 kW (113 CV), per un'autonomia fino a 326 km nel ciclo WLTP al volante della city car elettrica. Resta da vedere se lo stesso vale anche per i SUV.

La nuova C3 Aircross non ha ancora annunciato i prezzi, ma dovrebbe essere molto competitiva. La nuova C3 parte infatti da 14.990 euro (più 230 euro di penalità) nella versione benzina 100 CV PureTech, che si avvicina al prezzo dell'equivalente Dacia Sandero, mentre la ë-C3 elettrica parte da 23.300 euro (meno di 4.000 euro di bonus). ). La C3 Aircross sfiderà la Dacia Jogger e la Duster, vendute rispettivamente a 17.990 euro (più 50 euro di multa) e 19.690 euro (più 230 euro di multa). Citroën illustrerà in modo più approfondito le caratteristiche della nuova C3 Aircross prima dell'estate, prima del suo lancio commerciale.

Pubblicità I tuoi contenuti continuano di seguito

READ  Maroc: l'inflazione s'envole