Agosto 15, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Busty Laser: lo specialista mondiale di caschi da moto e biciclette aveva sede a Mont-Saint-Guibert

L’azienda belga “Lazer” specializzata nella produzione di caschi da moto e biciclette non ha resistito! La società di fama mondiale ha dichiarato fallimento 10 giugno 2022. Lo ha annunciato ufficialmente il 13 giugno la Corte di Neville.

Con sede a Mont-Saint-Guibert, nel Brabante Vallone, l’azienda di famiglia fondata nel 1919 non ha resistito alle conseguenze della crisi sanitaria e della guerra in Ucraina. Anche i tentativi di rilancio e ripresa non hanno avuto successo.

100 anni di storia

Fondato nel 1919, Lazer era il marchio di caschi più antico al mondo. Sta andando davvero bene e ha grandi progetti nel suo petto. Ma le conseguenze del confinamento legate alla crisi del Covid hanno cambiato la situazione. “Le misure di contenimento adottate in Europa hanno chiuso la maggior parte dei nostri negozi. I nostri clienti hanno dovuto chiudere le loro attività. Inoltre, anche la nostra produzione di caschi in Cina e Vietnam ha risentito della crisi sanitaria. Siamo presenti anche in questi paesi, ” spiega il presidente di Lazer, Alexander de Vos van Steenwijk.

crisi successive

La crisi sanitaria ha avuto conseguenze a cascata, incluso l’aumento dei costi di trasporto. “Questi costi sono stati moltiplicati per dieci”, commenta il presidente dell’azienda. Ha influito sul nostro flusso di cassa”. Poi ci sono state difficoltà nel finanziamento dei progetti di sviluppo. Nonostante un bilancio soddisfacente per il 2021, le perdite dell’anno precedente hanno impedito a Lazer di alzare la testa abbastanza per riprendere velocità. Poi le conseguenze della guerra in Ucraina hanno finalmente dato i loro frutti Lazer direttamente al muro.

Promemoria non riusciti

Fallito il tentativo di riorganizzazione aziendale attraverso una procedura di risanamento giudiziario. Nel contesto della crisi, nessun acquirente ha voluto mettere a rischio questa piccola azienda che vendeva i suoi prodotti sul mercato mondiale. “È una piccola azienda, ma le sue operazioni sono molto complesse, ha siti di produzione in Asia e gli sviluppi tecnologici sono molto impegnativi”.
Le apparecchiature laser e l’inventario saranno messe all’asta online. Lazer impiega una decina di persone a Mont-St-Guibert.

READ  "BNP Paribas dovrebbe rimediare a me"