Aprile 14, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Bpost: Quali sono i punti problematici di questa azienda?

Bpost: Quali sono i punti problematici di questa azienda?

Dopo che è scoppiata questa questione di edicola e franchising di distribuzione periodica, la “nuova” direzione di bpost ha continuato le sue indagini. L’indagine interna ha esaminato altri contratti. L’amministratore delegato ad interim di bpost, Philippe Dartin, e il presidente, Audrey Hannard, lo hanno chiarito giovedì 4 maggio in una conferenza stampa.

L’enquête interna s’est intéressée aux contrats ayant un profilo simile al celui de la concessione pour la distribution des journaux: des contrats pour des marchés publics, negociés par les memes chefs d’orchestre, con margini in apparenza trop élevées per l’ un’azienda.

Due contratti soddisfano già queste condizioni. Uno riguarda la gestione delle targhe europee. L’altra riguarda la funzione della tesoreria nei conti dello Stato, un lavoro che bpost svolge dal 1912. Così Bpost recupera allo Stato, ad esempio, i soldi delle multe stradali.

Au total, ces trois contrats, “plaques d’immatriculations”, “trésorerie des comptes de l’État” e “distribution des journaux” rappresentano un totale montante di 104 milioni di euro, selon les chiffres communiqués jeudi dernier per la direction de contraente.

Giovedì 4 maggio, la direzione di bpost ha chiarito che stanno ancora cercando di verificare se questi contratti siano legali o meno. Inoltre controlla anche se è etico, cioè per vedere se i margini non sono esageratamente alti.

Bpost sta indagando anche su altri contratti.

READ  Ecco le banconote contraffatte più diffuse in Belgio